L’inchiesta – Terremoti all’italiana *

La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Uno studio del Cnr, consegnato alla Protezione Civile nel 2007, aveva previsto il terremoto a l’Aquila. I ricercatori avevano fissato una probabilità del 30 per cento – la più alta in Italia – per un terremoto con magnitudo superiore a 5.3 che sarebbe potuto accadere nella zona dell’Aquila tra il 2008 e il 2012. Nell’inchiesta si mostra anche lo studio commissionato nel 2006 dalla Regione Abruzzo e realizzato dal dipartimento Scienze della Terra dell’Università d’Annunzio di Chieti. Le valutazioni conclusive indicano due aree dove la pericolosità è maggiore rispetto a quella attribuita all’Aquila: sono le zone di Campo Felice-Ovindoli e di Sulmona.

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi