L’inchiesta – Fino all’ultimo rigore

La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Estate 1990, stagione di mondiali di calcio e di giornalismo investigativo. Tra il 28 giugno e il 2 luglio il Tg1 diretto da Nuccio Fava manda in onda in quattro puntate una clamorosa inchiesta dell’inviato Ennio Remondino. Il 3 luglio, nello Stadio San Paolo di Napoli la nazionale di calcio affronta l’Argentina di Diego Armando Maradona e si gioca ai rigori l’accesso alla finale di Roma. Per la prima volta da oltre cinquant’anni l’Italia del pallone ha la possibilità di mettere le mani sulla coppa di fronte al suo pubblico, un intero Paese è sintonizzato su Raiuno. Negli stessi giorni il telegiornale del principale canale televisivo italiano racconta i retroscena di anni di Guerra Fredda, dell’omicidio del Premier svedese Olof Palme, della nascita della Strategia della Tensione. L’uomo-chiave dell’inchiesta – coordinata da Roma dal caporedattore della cronaca Roberto Morrione – si chiama Richard Brenneke ed è un ex agente a contratto della Cia. Quando Remondino lo scova nel suo rifugio tra le foreste dell’Oregon, Brenneke apre i suoi archivi e rivela legami occulti tra la Central Intelligence Agency e la loggia massonica P2 di Licio Gelli.


Parte 2

 

 

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi