Le Radiazioni


Il termine radiazione è usato in fisica per descrivere fenomeni apparentemente assai diversi tra loro, come l’emissione di luce visibile da una lampada, di radioonde da un circuito elettrico, di raggi infrarossi da un corpo incandescente, di raggi X da una macchina radiogena e così via.

La caratteristica peculiare comune a tutti questi fenomeni è il trasferimento di energia da un punto a un altro dello spazio senza che vi sia il movimento di corpi macroscopici e senza il supporto di un mezzo materiale. Quando la propagazione di energia avviene secondo queste modalità si dice che si è in presenza di radiazione.

Per esempio: Il suono emesso dalle casse di uno stereo non è una radiazione, bensì un’onda sonora che ha bisogno dell’aria per propagarsi.

Le radiazioni si distinguono in :

  • CORPUSCOLARI
  • ELETTROMAGNETICHE
  • IONIZZANTI

La radiazione corpuscolare è un trasferimento di energia consistente in un’ emissione di particelle (sub-atomiche) dotate di massa che si spostano con velocità assai elevate, spesso prossime a quelle della luce.

Le radiazioni elettromagnetiche sono la propagazione di perturbazioni periodiche di un campo elettrico ed un campo magnetico, si propagano nel vuoto con la velocità della luce e sono classificate in modo differente a seconda della loro energia.

Le radiazioni ionizzanti (Raggi X), sono in grado di poter aggiungere o sottrarre elettroni dagli atomi, il processo di ionizzazione porta necessariamente ad alterazione della materia, almeno in via transitoria, e può in tal modo produrre modificazioni strutturali, se l’alterazione avviene negli atomi di una cellula vivente, essa stessa può risultarne danneggiata.

Le radiazioni ionizzanti, sono quelle tipicamente emesse durante un Esame Radiografico (radiografia), a cui tutti, prima o poi, ci siamo sottoposti.

Per usare un paradosso :

Alcolista equivale a sottoporsi a 20.000 radiografie al torace

Fumatore equivale a sottoporsi a 12.500 …..

Guidare L’automobile equivale a sottoporsi a 2.000 …

(ovviamente considerando una media di condizioni ….)

È necessario notare tuttavia che l’uomo, fin dal suo apparire sulla Terra, è stato costantemente esposto alle radiazioni ionizzanti, sia per la natura dell’elemento su cui vive, sia per la presenza di raggi cosmici che bombardano la terra costantemente.

Ancora oggi, nonostante l’ampio impiego a scopo medico delle radiazioni, e non solo, la radioattività naturale continua ad essere preponderante per l’uomo.

Studi medici approfonditi, hanno evidenziato la pericolosità delle radiazioni per l’uomo, e sulla base di detti studi, si basa il criterio di radioprotezione.

Da notare che ai giorni d’oggi, siamo costantemente a contatto con le radiazioni, basti pensare che le trasmissioni televisive terrestri e satellitari, telefoniche, internet, sfruttano radiazioni elettromagnetiche, i sistemi antiterrorismo degli aeroporti e di alcune stazioni ferroviarie, sfruttano radiazioni ionizzanti e così via.

Pertanto se a queste applicazioni aggiungiamo la nostra esposizione a fattori di rischio naturali, abbiamo da pensare che probabilmente il futuro che ci aspetta cambierà la nostra morfologia, ed a spiegare cosa intendo con morfologia, gradirei ricordare le immagini della gente sopravvissuta a catastrofi nucleari come Hiroshima e Nagasaki, Chernobyl ecc. ecc. ma ce ne sono molte altre … date qui una occhiata ….

 

Leggi anche:

La bomba atomica persa in fondo al Mediterraneo

🔊 Leggi questo post Nel 1966, l’arsenale nucleare degli Stati Uniti aveva raggiunto ormai le …

Rifiuti radioattivi al sicuro ?

🔊 Leggi questo post L’estate sta lentamente lasciando il posto all’autunno, con un ultimo colpo …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi