Cosmo – Siamo tutti spiati? Siamo tutti spie?

Julian Assange, Carlo Jean, la caccia alle streghe a Hollywood, le carceri della Stasi, il meccanismo delle intercettazioni, internet, il computer e lo spionaggio.

La tecnologia che ha sviluppato i computer e internet ci renderà più liberi o più controllati? Dalle scoperte scientifiche che durante la guerra, a Bletchley Park, hanno contribuito a sconfiggere il nazismo, allo spionaggio interno in una dittatura come la Germania Est, dai dossier della caccia alle streghe nella Hollywood del dopoguerra alle telecamere che spiano ogni momento della nostra giornata, dalle tecniche usate nelle intercettazioni al sistema di wikileaks per espugnare i segreti dei governi.

Cosmo racconta, con notizie di prima mano, nuove testimonianze e risvolti finora sconosciuti, il difficile equilibrio tra esigenze degli stati e diritti dei cittadini. Nel corso della puntata: Alessandra Viola parla con i tecnici delle intercettazioni: come funziona, cosa si può intercettare e perché. Silvia Bencivelli inviata in Inghilterra racconta la storia di Bletchley Park, la villa dove durante la seconda guerra mondiale scienziati e tecnologi costruirono i primi computer per decifrare i messaggi in codice dei nazisti; e poi viene ammessa nella Control Room di Londra dove decine e decine di monitor riportano le immagini in diretta delle telecamere di sorveglianza del distretto del centro e della metropolitana.

Elisabetta Curzel racconta da Hollywood la storia della “caccia alle streghe” e l’imbarazzante ruolo di informatore dell’Fbi che Walt Disney fu costretto, per qualche tempo, a interpretare. A Berlino Cosmo visita le carceri della Stasi, per raccontare la storia inquietante del servizio segreto che spiava milioni di abitanti della Germania est, trasformando amici e parenti in spie. In studio le testimonianze del generale Carlo Jean e il racconto di Stefania Maurizi, la giornalista dell’Espresso che ha portato in Italia i documenti segreti di Wikileaks. E infine parla Julian Assange, in una eccezionale intervista trasmessa per concessione di TED.

http://originwms1.rai.it/raitrecdn/raitre/Cosmo/Cosmo_PUNTATE/364052.wmv

Leggi anche:

Vaccini e sistema immunitario for nibbies

Nella realtà clinica non esiste -per nessun vaccino- una statistica sugli insuccessi: esiste solo il fallimento vaccinale...

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi