Esclusioni illegali dal nido e materne

 

COMUNICATO STAMPA – Associazione Insieme Per Crescere Onuls

Il d.l. 73/2017 convertito con modificazioni in L. 119/2017, per ciò che riguarda gli adempimenti vaccinali necessari per l’accesso ai servizi educativi per l’infanzia, all’art. 3 comma 1 prevede che i genitori dei bambini non ancora in regola con le vaccinazioni che hanno presentato formale richiesta di vaccinazione all’asl entro l’11 settembre 2017 dovranno eseguire le vaccinazioni entro la fine dell’anno scolastico.

Per i bambini in tale situazione, la legge non prevede per l’anno scolastico 2017/2018 nessuna esclusione dal nido e materne. Purtroppo dopo l’approvazione della legge n. 119/2017 sono state emanate tante circolari che hanno complicato l’interpretazione della legge stessa tanto che in quasi tutte le regioni d’Italia le scuole stanno per procedere all’esclusione dei bambini dopo il 10 marzo non ancora in regola con gli adempimenti vaccinali.

Il Decreto Legge 16 ottobre 2017 n.148 recante “Disposizioni urgenti in materia finanziaria e per esigenze indifferibili. Modifica alla disciplina dell’estinzione del reato per condotte riparatorie”, applica anche all’anno scolastico vigente le disposizioni dell’art. 3-bis, commi da 1 a 4, del Decreto Legge 7 giugno 2017 n°73 convertito con modificazioni dalla Legge 31 luglio 2017 n. 119, mentre esclude il comma 5, che prevede la decadenza dall’iscrizione;

Visti i dati soddisfacenti relativi alle coperture vaccinali al 31.12.2017, che sono migliorati rispetto al precedente anno scolastico. Considerato che la frequentazione da ormai circa 6 mesi dei minori di 6 anni nelle rispettive classi delle scuole dell’infanzia, del conseguente breve periodo che intercorrerà tra il 10 marzo e la fine dell’anno scolastico e del fatto che l’esclusione improvvisa probabilmente sarebbe traumatica, si invitano i responsabili delle scuole dell’infanzia e dei servizi educativi dell’infanzia a non interrompere la frequenza, negli ultimi mesi del corrente anno scolastico, per i minori non vaccinati.

L’Associazione interesserà la Procura della Repubblica e quella del Tribunale per i minorenni nel caso in cui i dirigenti scolastici procedano alle esclusioni dei bambini dopo il 10 marzo.
Altresì, chiediamo ai Sindaci, quale Autorità Sanitaria Locale ai sensi dell’art. 32 della legge n. 833/1978 e dell’art. 117 del D.Lgs. n. 112/1998, di intervenire e convocare immediatamente un tavolo di concertazione con gli organi preposti al fine di evitare abusi e discriminazioni a danno di minori.

San Severo, 08/03/2018

Associazione Insieme Per Crescere Onuls
Presidente D’Augelli Lucia

—–

Per far valere i tuoi diritti e partecipare attivamente puoi inviare a giornali/radio/tv/ecc. una mail cliccando sul pulsante in basso e compilando la mail con l’indirizzo da te scelto per sensibilizzare l’opinione pubblica.

Invia una mail ai Media

P.S.: Segnalatemi col modulo contatti gli indirizzi mail di vostra conoscenza, li inserisco qui per aiutare altri genitori. Grazie

Sindaco di Bari:
sindacometropolitano.bari@pec.rupar.puglia.it

Sindaco di Grosseto:
sindaco@comune.grosseto.it

Leggi anche:

Amore, gentilezza, empatia

Sei tu quello che mi ha insegnato che potevo fare la differenza: non sapevo come insegnare fino a quando ti ho incontrato...

Regione Puglia – richiesta di abrogazione e/o sospensione della LR n.27 del 19 giugno 2018

... mancata attuazione dei principi di buon andamento dell’attività amministrativa, ambito vaccinale di esclusiva competenza statale.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi