Siamo pecore o caporali?

 

La bambina di X si ammala a pochi mesi di pertosse. La bambina, grazie a Dio, sopravvive.

La bambina sarà “portatrice sana” dell’effetto gregge. La mamma della bambina scende in campo per istituire l’obbligatorietà delle vaccinazioni. Quella mamma e la massa che la segue non si rendono conto della contraddizione in termini.

La vaccinazione acellulare contro la pertosse, è stato dimostrato, di come NON garantisca immunità di gregge, ma i soggetti inoculati diventino, invece, portatori della Bordetella Pertussis.

L’immunità conferita, inoltre, è a tempo.

Io invoco lo stesso diritto di quella mamma di avere, per i miei figli, l’immunità a vita eventualmente garantita dalla patologia e di salvare, grazie al vero effetto gregge, le generazioni future.

Non dimentichiamoci che il concetto della herd immunity (effetto gregge) è figlio del ricercatore dr. Hedrich che nel 1932 ne parlava, dopo un’osservazione che copriva una popolazione americana nell’arco di tempo 1900-1931 (quando la vaccinazione anti morbillo ancora NON esisteva), verificando che il 68% della comunità che avesse contratto il morbillo e superata con successo la patologia, tutelava la restante popolazione con l’effetto gregge.

Come direbbe probabilmente Sgarbi, in Italia abbiamo adesso una popolazione di CAPRE e non di esseri umani pensanti che riescano ad ingaggiare la corteccia prefrontale e manifestare un pensiero alto.

Invece di brucare, cominciamo a ruminare le notizie e metabolizzarle come manifestazione umana.

Ambra Fedrigo

Ref.:
VACCINO ANTI-PERTOSSE: ECCO COME ALIMENTA NUOVI CEPPI DI BORDETELLA PERTUSSIS

Leggi anche:

Lo scandalo dei vaccini coinvolge l’assistenza sanitaria in Cina

Le azioni di Changsheng sono diminuite del 5% a Shenzhen. La società ha perso più del 77% del suo valore da quando è scoppiato lo scandalo.

CORRUZIONE E SPERIMENTAZIONE

... farmaci e vaccini come metodo per inquinare, modificare la genetica umana per renderla cagionevole a patologie con disturbi gravi.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi