HERPES: I VACCINI POSSONO RIATTIVARE INFEZIONI LATENTI

Londra, 5 marzo 1999 – (Adnkronos Salute).

Vari casi di riattivazione di una infezione erpetica latente, dopo vaccinazione contro altri virus, sono stati descritti da medici svizzeri che sottolineano così la possibilità di un legame causale. E’ già noto che le infezioni latenti possono essere riattivate da stress, infezioni da HIV, tumori, febbre, raggi UV o immunosoppressione, ricordano i ricercatori del Centro di Sorveglianza Farmacologica di Coira, nei a Grigioni

I tre casi descritti suggeriscono che la stimolazione immunitaria indotta dal vaccino possa avere un analogo effetto. Il primo caso riguarda una donna di 53 anni che ha sviluppato uno zoster 14 giorni dopo la vaccinazione contro l’epatite A. La patologia è regredita spontaneamente senza sequele; dopo il richiamo tuttavia, si è sviluppato un herpes labiale e zoster dopo 12 giorni.

Il secondo caso descritto ha coinvolto invece una donna di 80 anni, vaccinata contro l’influenza; dopo 6 gioni si è sviluppato uno zoster che ha necessitato di un trattamento sintomatico. Si è comunque appurato che anche in precedenti vaccinazioni anti-influenzali la donna aveva sviluppato lo zoster.

L’ultimo caso riguarda un uomo di 27 anni che ha sviluppato zoster il giorno dopo la vaccinazione anti-rabbica e anti-encefalite giapponese. Secondo gli specialisti, l’associazione temporale suggerisce il legame tra vaccinazioni e la riattivazione delle infezioni erpetiche.

(Lancet, 6 mar., vol.353, n.9155, pag.810)

fonte: http://www1.adnkronos.com/Archivio/AdnSalute/1999/03/05/Medicina/HERPES-I-VACCINI-POSSONO-RIATTIVARE-INFEZIONI-LATENTI_185600.php

Leggi anche:

Alla gente dovrebbe essere detto che i vaccini possono avere effetti negativi a lungo termine

Riteniamo che la gente debba essere pienamente informato del fatto che i vaccini possono avere effetti negativi a lungo termine.

Indagare i virus nelle cellule utilizzate per produrre vaccini; e valutare la potenziale minaccia della trasmissione agli uomini

L'FDA ha finalmente disposto analisi approfondite sui virus tumorigenici presenti nelle linee cellulari utilizzate per produrre vaccini ad uso umano.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi