Trisomia 21 – questa sconosciuta.

Quanto è sconveniente un video in cui a prendere la parola sono le persone con la sindrome di down ??

In Francia, l’autorità del sistema audiovisivo ha deciso di censurare il video in cui si valorizza l’umanità di persone, portatrici della più comune anomalia cromosomica dell’uomo conosciuta come sindrome di down.

Con tutto quello che si vede in televisione, con tutte quelle alte lezioni di filosofia ed arte che digeriamo ogni giorno, un video così era proprio da censurare, ma è chiaramente una posizione politica, è una strumentalizzazione dell’aborto per le donne che devono prendere la decisione se proseguire o no la gravidanza sia nel senso di accettare di mettere al mondo un figlio con “problemi” come un qualsiasi figlio.

E’ una sorta di spinta all’eugenetica, ma in fondo lo stato che posizione può avere rispetto ad una decisione di questo genere ?

 «Mio figlio ha 25 anni, … io ringrazio il cielo di non aver fatto l’amniocentesi ed oggi mi ritrovo un figlio meraviglioso, allegro, felice, non mi da “problemi”, certo non parla molto bene ed a volte stento a capirlo.

Una mamma potrebbe porsi il dubbio sapendolo se avrà un figlio down che farò ?

Ma potresti avere un figlio stupratore, assassino, e allora … ci sono cose terribili che potrebbero fare i tuoi figli, come fai ad avere la garanzia assoluta.

Lui mi insegna ogni giorno il valore delle piccole cose quotidiane, ogni conquista è un nostro successo, oggi lo so perché ho avuto esperienza, ma se avessi saputo in gravidanza di aspettare un bambino down, forse avrei optato per l’aborto terapeutico, non sapendo cosa mi sarei persa.

Nel 2014 dobbiamo ancora informare su questa patologia, che non esclude la possibilità di essere felici, ci sono ovviamente dei problemi, c’è un ritardo cognitivo, se fa una cosa la fa sbagliata, la famiglia deve insegnargli, e le persone si girano ancora a guardarlo, quando camminiamo per strada ci sono ignoranti che lo guardano, come avesse la coda, ed io mi arrabbio ancora dopo 25 anni, è un ragazzo meraviglioso come tutti, c’è chi è più intelligente chi meno, ma dipende dalla famiglia, il cervello dei ragazzini è una spugna, sanno fare tutto basta insegnarglielo, certo lo fanno con calma, con ritardo, ma è intelligentissimo, vuole uscire, ha gli amici che lo cercano, va ai concerti, adora la musica, è pieno di giochi elettronici, basta dargli un input e fà tutto, solo una cosa, per loro non c’è lavoro …

La sua giornata è piena, alle 2 di notte gli chiedo se vuole andare a dormire e lui mi risponde “no ciò da fare” !

Se il mondo fosse popolato da persone down, sarebbe migliore, sono buoni, non hanno aggressività, hanno una velocità diversa rispetto agli altri ma fanno le stesse cose.»

Sembra che ancora esista l’imperativo che per essere accettati bisogna vivere in perfetta salute, sotto canoni estetici “di un certo tipo”, infatti in Italia la Commissione Bioetica ha dovuto pronunciarsi contro gli interventi di chirurgia estetica sui down minorenni, perché c’era chi voleva imporre canoni estetici di cosiddetta normalità …

 

Leggi anche:

La tragedia silenziosa che colpisce i bambini di oggi

Una tragedia silenziosa che si sta svolgendo proprio ora, nelle nostre case, e riguarda i nostri bambini...

Vaccini: è iniziata la scuola

Il clima in questi ultimi giorni di avvio dell’anno scolastico si è fatto ulteriormente pesante...

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi