Nella tua casa

Un amico è venuto a casa mia per un caffè, ci siamo seduti e chiacchierato, parlando del più e del meno. A un certo punto della conversazione, ho detto: “Vado a lavare i piatti, torno in un attimo”.

Lui mi ha guardato come se avessi detto di voler costruire un razzo spaziale. Allora mi ha detto, con ammirazione ma un po’ perplesso: “Che bravo che aiuti tua moglie; io non lo faccio, perché quando la aiuto lei non si complimenta. La settimana scorsa ho lavato il pavimento e nemmeno un grazie”.

Mi sono seduto di nuovo e gli ho spiegato che non stavo “aiutando” mia moglie. In realtà, mia moglie non ha bisogno di aiuto, ha bisogno di un compagno. In casa sono un socio e proprio per questa “società” i compiti sono divisi, ma di certo non sono un “aiuto” con i lavori di casa.

Non aiuto mia moglie a pulire la casa, perché io vivo qui e anche io devo pulirla.

Non aiuto mia moglie a cucinare, perché voglio mangiare e anche io devo cucinare.

Non aiuto mia moglie a lavare i piatti dopo cena, perché anche io uso quei piatti.

Non aiuto mia moglie con i bambini, perché sono i miei figli e il mio ruolo è quello di essere un padre.

Non aiuto mia moglie a lavare, stendere o piegare i vestiti, perché i vestiti sono anche i miei e dei miei figli.

Io non sono un grande aiuto in casa, io sono parte della casa. E a proposito del ringraziare, ho chiesto al mio amico quando è stata l’ultima volta in cui lui l’ha ringraziata dopo che lei ha finito di pulire casa, prendersi cura dei vestiti, cambiare le lenzuola, fare il bagno ai bambini, cucinare, organizzare, ecc. Intendo un ringraziamento del tipo: “Wow, cara! Sei fantastica!”

Ti sembra assurdo? Ti sembra strano? Quando, una volta nella vita, pulisci il pavimento, ti aspetti almeno di essere glorificato e premiato… Perché? Non ci avevi pensato, amico?

Forse perché la cultura maschilista ti ha insegnato che tocca tutto a lei.

Forse perché ti è stato insegnato che tutto deve essere fatto senza che tu debba alzare un dito? E comunque, lodala come tu vorresti essere lodato, allo stesso modo, con la stessa intensità. Datti da fare, agisci come un vero e proprio partner, non come un ospite che viene solo per mangiare, dormire, fare il bagno e soddisfare le esigenze sessuali… sentiti a casa. Nella tua casa.

Tashiki Hoi

Leggi anche:

Editing genetico, esseri umani geneticamente modificati e Golem Babies in Cina. C’è un’altra agenda…

... una moratoria mondiale sulle unità genetiche e l'editing genetico finché la scienza non può essere definitivamente dimostrata sicura.

Scienza asservita e Stato etico

A nulla vale che ci sia un aperta violazione dell’art.32 della Costituzione che pure vieta l’imposizione di trattamenti sanitari.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi