La gender revolution comincia al supermercato

gender

Sotto Natale niente di più ordinario che sfogliare i cataloghi dei supermercati alla ricerca del balocco da mettere sotto l’albero.

Tra le immancabili bambole della tradizione e i nuovi mostri che tanto piacciono ai pargoli del terzo millennio, la desolante sfilata del consumismo più sfrenato, e per di più mascherato da attenzione verso i figli e la famiglia, si disvela davanti ai nostri occhi in tutta la sua prenatalizia luminescenza.

Eppure, in Francia, qualcosa turba la tradizione: l’ipermercato Super U, al quinto posto tra i grandi distributori di generi alimentari d’oltralpe, dopo i più celebri Carrefour e Leclerc e seguito da Auchan, ha pubblicato un catalogo stagionale che, se fosse Pasqua, si potrebbe definire un uovo fuori dal cesto. Ma è Natale: e dunque diremo una sorpresa sotto l’albero. Una sorpresa in più.Il catalogo del Super U porta avanti una tacita rivoluzione.Fra le patinate pagine dedicate ai giochi natalizi, anziché le solite femminucce rosavestite che giocano con le intramontabili bambole, a cullare il cicciobello per una volta è lui, il bambino: il maschio (ancorché impubere).Comunque un futuro uomo.

E a costruire improbabili piramidi di mattoncini di legno sono invece ingegneristiche bambine. Ma c’è di più: i maschietti francesi sono ritratti addirittura alle prese con i pentolini.

Donde un tale sovvertimento nei costumi? È semplice: dal desiderio di adeguarsi alle esigenze dei consumatori. Il che, fuor di metafora, significa vendere.

Ma forse va bene così. Thierry Desouches, responsabile della comunicazione del gruppo cui appartiene Super U, afferma che «non si tratta di una provocazione né di una trovata pubblicitaria. È una realtà delle famiglie: i ragazzi possono giocare con le bambole e le ragazze con il meccano. I giochi non sono sessuati».

Intento lodevole manifestato com’è da un manager, uno da cui meno te lo aspetti.

Un piccolo ma significativo passo: perché la rivoluzione di genere comincia a crescere quando esce dai circoli femministi. E fa il suo ingresso al supermercato.

Belinda Malaspina

Fonte

 

Leggi anche:

Amore, gentilezza, empatia

Sei tu quello che mi ha insegnato che potevo fare la differenza: non sapevo come insegnare fino a quando ti ho incontrato...

Regione Puglia – richiesta di abrogazione e/o sospensione della LR n.27 del 19 giugno 2018

... mancata attuazione dei principi di buon andamento dell’attività amministrativa, ambito vaccinale di esclusiva competenza statale.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi