La disinformazione sistematica

Come funziona il lavoro di intelligence

intelligence


Un modello di lavoro di intelligence è quello delle “Tre A” : Acquisizione – Analisi – Accettazione. 

ACQUISIZIONE
è il momento in cui si raccolgono le informazioni e i dati grezzi, incluse le traduzioni da tutto il mondo e, soprattutto, dalla stampa locale e di tutti gli altri tipi di ” fonti aperte “, come blog, riviste, conferenze stampa e comunicati, bollettini di notizie ufficiali. 

Al livello successivo ci sono le fonti originali ma non classificate formalmente. Rapporti di Think tank, documenti bancari e commerciali, note aziendali, ecc.

Poi arriva il livello in cui si cercano le fonti, i metodi e i mezzi che devono mantenersi protetti e nascosti dalla conoscenza del pubblico:
conversazioni informali con funzionari, intercettazioni radiofoniche, conversazioni con i banchieri, con i funzionari dei trasporti (camion, treni, compagnie aeree, spedizionieri), le relazioni di addetti politici e militari e gli scambi con altri servizi di intelligence.

HUMINT il sistema di “spionaggio attuale”  accede anche a questo livello. Tutte queste fonti di informazione multi-livello forniscono simultaneamente dati grezzi che poi vengono analizzate ad un livello più alto.

ANALISI
Inizialmente i dati vengono classificati in base alla fonte, in un sistema che fa una prima valutazione:

  1. sulla fonte stessa (se affidabile o meno)
  2. sul tipo di informazioni ricevute (se confermate o credibili).

Le informazioni vengono poi trasmesse dall’analista al livello successivo, che le elaborerà e farà una sintesi con le sue conclusioni per un capo dipartimento (per area geografica o per specializzazione). Questi analisti mettono insieme le informazioni selezionate e le presentano in un incontro dipartimentale il cui esito sarà sottoposto ad un livello più alto.

ACCETTAZIONE
questo è un livello cruciale perché quelli a cui arrivano le informazioni elaborate dalla sezione di analisi, non sono ancora specialisti di intelligence, ma gente comune ( in realtà è gente della politica), funzionari governativi ed altri che decidono cosa fare con le informazioni che ricevono. Possono arrivare anche ad esprimere la loro soddisfazione, o la loro delusione, per il lavoro di intelligence presentato, cosa che può avere un impatto diretto sulla carriera dei responsabili di alto livello incaricati delle analisi. In parole povere questo significa che gli analisti migliori si assumono un grosso rischio se fanno filtrare informazioni “politicamente scorrette “ o , piuttosto ”politicamente indesiderate” dalla catena di comando. Di conseguenza, consapevolmente o inconsapevolmente, si dà maggior credibilità a quegli analisti che non provocano a nessuno delle situazioni difficili.

Questo sistema funziona abbastanza bene quando si tratta di bassa visibilità o di questioni politicamente neutre o minori.

Quando un governo mette tutto il suo peso dietro la “teoria A” questo sistema blocca tutto e comincia a trasmettere solo le informazioni che vuole la catena di comando.

Nessuno si vedrà stroncare la carriera e la “Teoria B” scompare rapidamente.

Leggi anche:

La tragedia silenziosa che colpisce i bambini di oggi

Una tragedia silenziosa che si sta svolgendo proprio ora, nelle nostre case, e riguarda i nostri bambini...

Vaccini: è iniziata la scuola

Il clima in questi ultimi giorni di avvio dell’anno scolastico si è fatto ulteriormente pesante...

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi