D’IO

Incontro Dio

 Da bambino un pò mi dispiaceva non essere dio,
e non sapevo sciocchino che non ero altro distruggermi per niente,
perchè già a 10 anni se fossi stato dio non avrei cambiato una virgola in niente e in nessuno,
non sarei stato tanto egoista da togliere agli esseri umani la soddisfazione di farcela o non farcela,
di ritentare da soli attimo dopo attimo e millennio dopo millennio,
non fosse stato per la debolezza di dare una mano qui e la ed anche di prendermela,
dio lo ero già.
Indifferente impassibile neutro per la troppa compassione e inesistente,
per infinita generosità verso gli esistenti tutti,
e così buono da aver convogliato esclusivamente su di se,
e in se,
tutto l’odio proprio altrui che si prova a non poter amare qualcuno in particolare,
o massimamente non poter dargliene alcun segno amandolo.
Perchè dio oltre a non poter amare alcun essere umano,
non ha neanche un dio da inventarsi e da amare,
da inventarsi di amare,
perchè dio è già lui.
Oggi invece credo proprio che al posto di dio mi sarebbe dispiaciuto un bel po non essere me bambino.

tratto da “El especialista de Barcelona” di Aldo Busi

 

Leggi anche:

La tragedia silenziosa che colpisce i bambini di oggi

Una tragedia silenziosa che si sta svolgendo proprio ora, nelle nostre case, e riguarda i nostri bambini...

Vaccini: è iniziata la scuola

Il clima in questi ultimi giorni di avvio dell’anno scolastico si è fatto ulteriormente pesante...

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi