Scrittura senza lacrime

Come insegnare a scrivere al tuo bambino.

Anche se alla scuola materna fanno attività di pre-scrittura, queste attività spesso non sono sufficienti per preparare i bambini alla scuola elementare e per la maggior parte dei bambini è uno shock passare dalla scuola materna all’impegno della scuola elementare con pagine e pagine di compiti ogni giorno. Le mamme e i loro bambini si trovano improvvisamente costretti a stare seduti ore, ore a tracciare lettere, dopo una dura giornata di lavoro per la mamma e di scuola per il bambino. È evidente che c’è qualcosa di sbagliato nel nostro sistema educativo.

L’età migliore per iniziare ad imparare a scrivere invece sarebbe tra i 4 e 5 anni, ma va fatto sottoforma di gioco. Non farti prendere dalla frustrazione insegnando il tuo bambino a scrivere, leggi qui come risolvere le 5 principali difficoltà che incontrano molti genitori.

Primo consiglio è creare interesse. “Molti genitori con le più buone intenzioni comprano libri di prescrittura e tengono i bambini seduti in silenzio su una sedia a tracciare ripetutamente le lettere”, dice Nellie Edge, una insegnante della scuola materna e specialista di alfabetizzazione in Salem, Oregon. “Questo NON è assolutamente entusiasmante”. Le sue alternative divertenti consistono invece: nello spruzzare crema da barba sul ripiano della cucina o nella tavola e aiutare il bambino a scrivere il suo nome nella schiuma. Il giorno successivo, disegnare lettere con le tempere a dito. Plastilina, e costruzioni Lego, sono tra i giocattoli preferiti dei bambini e possono essere utilizzati anche per formare delle lettere. “Devi comunicare a tuo figlio che imparare a scrivere sarà una delle cose più divertenti che abbia mai fatto“, dice Edge.

 

Da dove iniziare?

È meglio iniziare insegnando a scrivere il suo nome. Ma anche se le lettere maiuscole sono più facili da scrivere rispetto alle minuscole, non incoraggiare il tuo bambino/a a scrivere tutto in maiuscolo.

Dopo molta pratica le lettere che il bambino scrive sono quasi irriconoscibili.

Molti bambini di 4-5 anni hanno difficoltà a tenere la presa della mattita e di conseguenza la loro grafia è molto disordinata. In questo caso possono essere d’aiuto dei supporti di gomma (rubber grips). Ma le nostre maestre hanno un altro asso nella manica: le mattite piccole da golf.”

La lunghezza della matita è quello che causa problemi a molti bambini” dice Audibert. Inoltre Audibert incoraggia i genitori di spendere del tempo con i bambini dedicandosi ad attività che aiutino la presa del pizzico, cioè l’abilità di tenere oggetti tra il pollice e il dito indice. Dei buoni esercizi sono mettere le perline in un filo, giocare a Bingo e Cheerios e costruire puzzles e le costruzioni.

Il tuo bambino di 4 anni scrive le lettere all’indietro?

Non uscire di testa, pensando che sia dislessia! Scrivere all’indietro è molto frequente nei bambini piccoli, dice Jan Oslen, una terapista che ha sviluppato il metodo “Scrittura Senza Lacrime” che poi è stato adottato da migliaia di scuole elementari in USA. Il problema spesso si risolve da solo. “Metti una faccia sorridente nell’angolo superiore a sinistra e chiamalo, angolo di inzio”Dice Oslen.
Poi fai in modo che il tuo bambino/a lo utilizzi come lo spazio dove iniziare a scrivere le lettere, tenderà ad invertire rotta. Il bordo gli impedirà di continuare verso sinistra.

Il bambino scrive le lettere grandi quanto tutto il foglio.

Prima di tutto assicurati che il bambino/a capisca il concetto di grande e piccolo chiedendogli di scrivere delle lettere di diverse dimensioni in un pezzo di carta colorato. Fallo sottoforma di gioco chiedendogli di cercare di far stare più lettere che riesce a far stare nel foglio. Una volta che capisce il concetto di dimensione che è tutta questione di pratica, incoraggia il bambino/a a scrivere una cartolina ad un parente o a scrivere la lista della spesa, suggerisce Edge. Queste attività gli faranno capire il concetto che lo spazio è limitato e che deve scrivere nelle dimensioni che le permettano di far stare tutto nel foglio.

Come insegnare le lettere.

Dopo aver insegnato al tuo bambino come scrivere il proprio nome in maiuscolo e minuscolo, insegnagli il resto delle lettere maiuscole. Vai in ordine di difficoltà: inizia con quelle dritte, poi con quelle curve, e alla fine quelle diagonali, dice Olsen.

Primo gruppo: E F H I L T

Secondo gruppo: B C D G J O P Q S U

Terzo gruppo: A K M N R V W X Y Z

Trucchi per far ricordare le lettere ai bambini.

Kara DeBonis maestra di scuola materna di Yardville, New Jersey, ci da alcune idee:

La lettera B. è una linea con la doppia bolla.

La lettera D. è una linea con un pancione.

La lettera E. è per l’esercizio – due braccia e una gamba.

La lettera I. è una persona con un cappello e scarpe.

La lettera H. sono due strade, con un ponte.

La lettera Q. è una ruota con un cavalletto.

La lettera T. è un “I“., a cui sono cadute le scarpe.

 

Leggi anche:

Vaccini: è iniziata la scuola

Il clima in questi ultimi giorni di avvio dell’anno scolastico si è fatto ulteriormente pesante...

Tutela della libertà di scelta in ambito vaccinale, sperimentazione clinica e rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo

La relazione ha l'obiettivo di definire il collegamento intrinseco tra l'imposizione dell'obbligo vaccinale, e la sperimentazione umana su larga scala.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi