VACCINI, NESSUNA VERITÀ ASSOLUTA: GIANNOTTA E TREMANTE SU RADIO COLOSSEUM

 

giannotta

di Cinzia Marchegiani.

Esiste una verità assoluta sui vaccini? Chi lo ammette non è corretto, perché questa pratica medica ha molti vuoti, la conferma di ciò è la sentenza della Corte Costituzionale 258/1994 al capo 5 bis che sancisce:

“…proprio per la necessità di realizzare un corretto bilanciamento tra la tutela della salute del singolo e la concorrente tutela della salute collettiva, entrambe costituzionalmente garantite, si renderebbe necessario porre in essere una completa e articolata normativa di carattere tecnico che, alla luce delle conoscenze scientifiche acquisite, individuasse con la maggior precisione possibile le complicanze potenzialmente derivabili dalle vaccinazioni, e determinasse se e quali strumenti diagnostici idonei a prevederne la concreta verificabilità fossero praticabili su un piano di effettiva fattibilità…eventualmente stabilendo criteri selettivi in ordine alla utilità di eseguire gli accertamenti in questione”.

Ma ad oggi, nonostante slogan propagandistici del Ministero della salute sulla sicurezza dei vaccini, non confermata comunque dai casi dei reports dei danneggiati, non risulta che vi sia stato alcun legislatore che abbia messo in agenda questa importante guida, nonostante sia un dovere la tutela del diritto alla salute della collettività, pur non essendo compatibili con una vaccinazione, ne subiscono l’insulto per esserne gravemente danneggiati.

Un bambino che va incontro alla profilassi è una creatura fisicamente sana che dovrebbe ottenere un beneficio supplementare dalla protezione contro una malattia ipotetica futura che non necessariamente si potrà concretizzare. Proprio perché una pratica medica viene condotta su un soggetto verosimilmente sano, l’eventuale danno arrecato dalla pratica vaccinale non dovrebbe essere così osteggiato dalle pratiche di indennizzo da parte dello stesso Ministero della salute. Così oltre il danno anche la beffa.

OSPITI DELLA TRASMISSIONE
Il dottor Girolamo Giannotta che ha curato per l’Osservatore d’Italia importanti inchieste e informazioni essenziali e documentate sul mondo dei vaccini, stasera sarà ospite alla notissima trasmissione condotta da David Gramiccioli su RADIO COLOSSEUM. Spesso quando si affronta questo tema, c’è sempre il rischio di essere additati come antivaccinisti, un atteggiamento puerile controproducente verso chi mette in realtà al centro della propria vita e pratica medica il bambino, la sua salute e i suoi diritti.

Il dr Giannotta, pediatra di lungo corso ha approfondito moltissimi studi che riguardano non solo i vaccini, ma l’autismo, e proprio su questa malattia molto complessa, che spesso con molta superficialità viene etichettata solo di origine genetica, ci ha regalato due bellissimi articoli degni di essere custoditi nelle librerie di ogni casa, affinché proprio durante la gravidanza si possa costruire giorno dopo giorno il futuro della vita che sarà piena dopo la nascita del bambino.

Durante la trasmissione Ouverture in programma dalle ore 19:00 alle 20:00 Davide Gramiccioli oltre al dr Giannotta avrà in diretta telefonica anche Giorgio Tremante, Presidente vittime dei Vaccini, un padre che combatte da oltre 40 anni alla ricerca della verità poiché ha avuto due figli morti ed un terzo rimasto cerebroleso a causa la vaccinazione antipolio e lotta per far ammettere ufficialmente alle istituzioni questa tragica verità.

LA STORIA DELLA FAMIGLIA TREMANTE
La tragedia che ha colpito la mia famiglia Tremante si è abbattuta su tre dei quattro figli. La storia della famiglia Tremante entrerà in quella della mala sanità italiana, i suoi tre figli, colpiti da reazione da vaccino, sono nati perfettamente sani e le manifestazioni di una possibile malattia sono comparse solo dopo la prima vaccinazione antipolio Sabin. “A Marco- spiega Tremante – il mio primogenito, sulla cartella clinica fu descritta la sintomatologia che presentò dopo l’antipolio Sabin. I disturbi manifestati (nistagmo oculare, tremori e difetti alla parola) erano stati messi in correlazione al Sabin dal pediatra, mentre altri medici avevano supposto diagnosi diverse quali tumore al cervello o encefalopatia degenerativa, mai confermate da alcun analisi eseguita sul bambino.” Il primo figlio morì nel 1971 all’età sei anni. Col secondo figlio, nato nel 1970, non ci furono problemi. Ma il dramma si ripresentò con la nascita, avvenuta nel 1976, di due gemelli monoovulari. Nonostante la ferrea opposizione del padre Giorgio Tremante ad una legge che gli imponeva un’assurda e pericolosa obbligatorietà, senza nessun accertamento preventivo, vennero vaccinati e il giorno successivo iniziarono già ad affiorare i primi sintomi di qualche alterazione. Racconta così papà Giorgio: “sottoposi le cartelle cliniche dei primi ricoveri subiti dai miei figli a varie Università: negli Stati Uniti, in Inghilterra e perfino in Russia, proprio in quest’ultimo paese s’ipotizzò una malattia su carenze immunitarie che avrebbe confermato la responsabilità specifica delle vaccinazioni.”

DAVIDE GRAMICCIOLI, LA VOCE DI RADIO COLOSSEUM CHE DA ATTENZIONE AL MONDO DELLA SANITA’
Insomma stasera per gli affezionati ascoltatori il conduttore Davide Gramiccioli intervisterà due uomini diversi che sono legati a questo mondo. Uno medico, che tramite agli approfondimenti costanti sugli studi pubblicati nelle riviste scientifiche internazionali sta tessendo un viaggio serio degno di attenzione da parte delle stesse istituzioni sanitarie. Andare avanti senza fare uno studio su ciò che ha prodotto le vaccinazioni in tantissimi anni di profilassi è come andare oltre a prescindere senza avere l’opportunità di fermarsi e capire dove si può agire per migliorare le prestazioni sanitarie sulla prevenzione delle malattie. L’altro, un genitore che ha impegnato tutta la sua vita al rispetto e alla dignità dei suoi figli, dove emerge con chiarezza come spesso i medici non danno ascolto alle osservazioni dei genitori, fonte importante di indicazioni e valutazioni che un medico e un pediatra non possono cestinare.

La diretta radiofonica alle 19:00 sarà accessibile digitando il link http://www.radiocolosseum.it

Giorgio Tremante ai microfoni con David Gramiccioli

 

Il dott. Girolamo Giannotta intervistato da David Gramiccioli

Questi sono gli articoli e le inchieste che l’Osservatore d’Italia, grazie al prezioso contributo del Dr Girolamo Giannotta ha dedicato ai suoi lettori:

MORBILLO E VACCINAZIONE FACOLTATIVA MMR: SFATIAMO QUALCHE MITO

AUTISMO E LA GIORNATA MONDIALE: NEL CHIASSOSO FRASTUONO DELLA GENETICA IRROMPE SILENZIOSA L’EPIGENETICA

MENINGITE A MAGENTA: IL BAMBINO ERA STATO VACCINATO NEL 2009

MORTI DA MENINGITE E LA MALAINFORMAZIONE

VACCINO ANTINFLUENZALE: L’ALTRA FACCIA DELLA MEDAGLIA

AUTISMO: QUALCOSA ACCADE ALLA NOSTRA SOCIETA’ AL LIVELLO EPIDEMIOLOGICO

Il mondo dei vaccini e della profilassi è un mondo multi complesso,
spesso sono le stesse istituzioni sanitarie ad osteggiare chi cerca di migliorare una pratica medica a beneficio del bambino, quando invece regala silenzi assordanti alle famiglie che purtroppo hanno un danneggiato da vaccino in casa. Ciò crea quella crepa sottovalutata che porta allo scollamento e alla mancanza di fiducia delle stesse istituzioni. Il mondo dei vaccini mostra due facce speculari, una bella e una mostruosa, e forse è arrivato il momento per i professionisti di affrontare con quella onestà etica e intellettuale questo dipolare problema, proteggere dalle probabili malattie ma anche dai danni irreversibili conseguenza delle profilassi stesse. Intollerabile che la vita dei bambini danneggiati, possa passare inosservata e violata, e considerata come un danno calcolato e accettabile, rispetto ai reports. Impensabile che proprio quelle famiglie vittime di pressapochismo e incapacità di difendere il diritto alla salute debbano caricarsi sulle proprie spalle questa importante battaglia. Questi figli abbandonati dalla scienza, dalle istituzioni e anche dagli sguardi di tutti noi…chiedono attenzione ma soprattutto è giunto il momento che lo Stato se ne faccia carico. Inquietante poi valutare come i libretti vaccinali sono stati redatti, spesso manca il numero del lotto del vaccino, la firma del medico, insomma una giungla che davvero non rappresenta la guida alla tutela del minore, perché di questo stiamo parlando.

Stasera dalle 19:00 alle 20:00 tutti sintonizzati su “Radio Colosseum”,
un modo per comprendere e ampliare le conoscenze, il bambino è un patrimonio che non deve avere né eroi, né martiri, ma solo una grande opportunità di poter vivere la vita, e i grandi devono impegnarsi ad abbassare il quorum dei danni irreversibili, perché sono vite completamente spezzate, che hanno un nome e un cognome e non possono essere invisibili alla società.

http://osservatoreitalia.it/index.asp?art=4141

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi