La storia siamo noi – La Sacra Corona Unita

La trasmissione La Storia Siamo Noi di Giovanni Minoli linkata per chi non riesce a visualizzare dal sito Rai.tv causa “malfunzionamento” dello script silverlight …


 

L’organizzazione mafiosa Sacra corona unita si è sviluppata soprattutto in Puglia: rappresenta la cosiddetta “quarta mafia”.

Stringendo accordi con i clan della camorra, di Cosa nostra e della ‘ndrangheta, in trent’anni d’attività ha saputo radicarsi ed espandersi in tutto il Salento. Si è infiltrata nella politica e nelle aste giudiziarie, affermando la sua supremazia nei più svariati traffici illeciti presenti nel territorio.

Nel corso del tempo la Sacra corona unita ha cambiato forma ed affari riciclando in attività apparentemente lecite il denaro accumulato attraverso la droga, l’usura, le estorsioni e il contrabbando. Gli strumenti di prevenzione e di controllo nelle mani delle istituzioni preposte sono attualmente troppo deboli per contrastare l’infiltrazione di questa consorteria mafiosa negli appalti, nei servizi, negli apparati pubblici e nei partiti.

È per questo che oggi la Commissione parlamentare antimafia così recita: “Si attesta una costante operatività della criminalità mafiosa salentina, la quale risulta capace di adattarsi ai più vari fattori di novità e di approntare moduli organizzativi più confacenti alla sua sopravvivenza”.

Dunque, quella che è stata definita da più parti come “una mafia di serie B”, lungo un percorso segnato da omicidi efferati e soprusi di ogni genere allo scopo di imporre il suo predominio, ha invece saputo volgere a proprio vantaggio quella innata capacità camaleontica di trasformazione che la contraddistingue.

video

 

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi