Presadiretta – Chi ha paura degli OGM?

Presadiretta di Riccardo Iacona linkata per chi non riesce a visualizzare dal sito Rai.tv causa “malfunzionamento” dello script silverlight …


28/02/2016

CHI HA PAURA DEGLI OGM? 

L’Italia è il paese dove non solo è vietata la coltivazione di Organismi Geneticamente Modificati ma anche la ricerca in campo aperto. E’ giustificato questo proibizionismo e quali sono le conseguenze di questo divieto?

Negli altri paesi europei, pur avendo una legislazione molto restrittiva, la ricerca sugli Ogm si continua a fare non solo in laboratorio, ma anche nei campi. E questo vuol dire posti di lavoro, generazioni di scienziati che portano avanti la ricerca, produzione di brevetti, indotto economico, insomma una bella fetta di Pil.

Una attenta analisi dei pareri della scienza sulla domanda che più di tutte divide l’opinione pubblica: gli Ogm fanno male?

Gli studi scientifici italiani e internazionali, sono tutti concordi nell’affermare che gli Ogm non interagiscono negativamente con l’uomo o con gli animali. Cioè, non fanno male alla salute. A dirlo sono l’Accademia dei Lincei, la Federazione Italiana Scienze e Vita, che rappresenta più di 10mila scienziati italiani, la Royal Society che è la prestigiosa Accademia delle Scienze inglese, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’Efsa cioè l’Autorità Europea sulla Sicurezza Alimentare e altri ancora.

Allora perché il dibattito presso l’opinione pubblica si limita sempre e solo alla stessa domanda: ma gli Ogm fanno male?

MADRE TERRA.

Nella seconda parte un reportage dalla Bolivia per parlare del cambiamento climatico e dei suoi effetti. In quel paese, si vedono già adesso.

Un lungo viaggio nel paese sudamericano per capire l’impatto del cambiamento climatico sull’economia e sulla vita quotidiana. Gli effetti sulla vita della popolazione sono drammatici. Siccità e piogge torrenziali, ghiacciai che si fondono e laghi che scompaiono, coltivazioni e allevamenti a rischio, emigrazioni forzate. Insomma,  l’intera catena produttiva ed economica del paese è stata messa in ginocchio dal cambio del clima.

video

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi