C’era una volta – La Francia in nero

", "Italian Female"); } };

13/09/2012

“C’era una volta”, a partire dalla recente crisi in Costa d’Avorio, la perla degli ex possedimenti della Francia in Africa occidentale, inizia un viaggio nella realtà, nelle contraddizioni e negli interessi della “Francofonia” la comunità delle sue ex colonie francesi che l’appoggiano nell’assemblea generale delle Nazioni Unite.

La Francia è membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell’ONU con diritto di veto sulle questioni internazionali più’ importanti. Ne fa parte in quanto è tra i Paesi vincitori della seconda guerra mondiale, ma questa sua posizione è certamente rafforzata dall’essere una potenza nucleare e proprio dall’essere a capo di questa comunità, retta non solo dalle ragioni della cooperazione e della libera amicizia, ma da un rapporto e da una serie di legami che potrebbero, secondo molti in Africa, far parlare tranquillamente di “neocolonialismo”.

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi