L’inchiesta – Alta velocità, i rischi delle scorciatoie *

La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Nel Mugello i lavori per la realizzazione dell’alta velocità hanno lasciato a secco intere aree dell’Appennino e creato non pochi malumori fra gli abitanti dei borghi toscani.

Una decina di torrenti sono andati completamente prosciugati a causa dei lavori di scavo eseguiti dalle talpe meccaniche. I disagi più grandi li hanno subiti, per anni, gli abitanti di Borgo San Lorenzo, Firenzuola, Vaglia, San Piero a Sieve e Scarperia. Ma anche aziende agricole che da un giorno all’altro si sono ritrovate senza un goccio d’acqua. Intanto, stanno per cominciare i lavori del più grande cantiere della storia moderna di Firenze, che verrà attraversata da un doppio binario sotterraneo.

Un sottopassaggio per i treni ad alta velocità e una nuova stazione sotterranea da realizzare entro il 2014. L’opera del sottopassaggio fiorentino sta creando molti dubbi fra i cittadini del capoluogo toscano. I lavori di scavo potrebbero provocare inquinamento acustico e lesioni a quei palazzi che sorgono lungo il tracciato dell’alta velocità.

Il fantasma di un nuovo disastro ambientale, dopo quello avvenuto nel Mugello, si affaccia anche a Firenze. Ma gli esperti garantiscono che il contesto geologico e ambientale fiorentino è diverso dal Mugello.

 

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi