La FDA approva il vaccino combinato VAXELIS nonostante la mortalità infantile

By Ty Bollinger 3 gennaio 2019

La scorsa settimana, la Food and Drug Administration (FDA) statunitense ha approvato VAXELIS, un nuovo vaccino combinato 6 in 1. Il nuovo farmaco, prodotto come sforzo collaborativo dai giganti farmaceutici Merck e Sanofi, afferma di prevenire la difterite, il tetano, la pertosse, la poliomielite, l’epatite B e la malattia invasiva a causa di Haemophilus influenzae (H. influenzae) di tipo b.

Il vaccino è stato approvato per i bambini di età pari a 6 settimane e verrà somministrato in una serie di 3 dosi tra 6 settimane e 4 mesi di età.

Poiché il programma vaccinale per i bambini continua a gonfiarsi, dobbiamo iniziare a fare domande migliori. Questo vaccino è sicuro? È efficace? Gli sviluppatori stanno testando adeguatamente questi farmaci prima di andare sul mercato? A 6 settimane, i neonati sono attrezzati per gestire il crescente carico di vaccini che vengono affidati dal Centers for Disease Control (CDC)?

Ecco cosa devi sapere sul nuovo farmaco combinato:

Informazioni su VAXELIS

VAXELIS è il primo farmaco esavalente (sei vaccini in uno) ad essere approvato negli Stati Uniti e viene salutato come la soluzione al crescente numero di iniezioni che i bambini ricevono durante le visite mediche. Nel loro primo anno di vita, i bambini ricevono abitualmente oltre 25 vaccini , alcuni somministrati poche ore dopo la nascita. Le preoccupazioni per la sicurezza hanno continuato a crescere man mano che crescenti evidenze indicano i vaccini come causa di molte malattie infantili e persino della morte. L’efficacia di questi farmaci è stata oggetto di accesi dibattiti, sebbene il CDC dichiari inequivocabilmente che i vaccini sono sia sicuri che efficaci.

Sfortunatamente, gli standard per i vaccini dei test di sicurezza sono decisamente carenti. Per cominciare, i pazienti vaccinati non sono testati contro un gruppo di controllo non vaccinato, ma piuttosto contro pazienti vaccinati con altri farmaci. Nuovi vaccini vengono regolarmente testati contro quelli pericolosi confermati per arrivare a risultati che sembrano essere positivi. Senza un gruppo di controllo, questi studi non sono in grado di misurare con precisione la frequenza e le relazioni causali dei vaccini studiati.

La durata di questi studi è anche molto più piccola di qualsiasi altra ricerca di approvazione della FDA. Mentre la maggior parte degli studi sui farmaci dura per mesi o addirittura anni, i vaccini vengono valutati solo per pochi giorni o settimane. Ci sono prove che i conservanti in questi vaccini, come l’alluminio e il mercurio, sono direttamente collegati all’aumento allarmante delle diagnosi di autismo in America.

Inoltre, i produttori negli Stati Uniti sono sollevati da qualsiasi responsabilità per lesioni o morte derivanti dai loro prodotti. I querelanti non sono in grado di citare in giudizio il produttore per i danni ma sono invece tenuti a passare attraverso il programma di compensazione degli infortuni del vaccino (VICP), in cui le vittime finiscono per citare in giudizio il proprio governo in un tribunale appositamente nominato. La mancanza di studi adeguati rende difficile per i querelanti dimostrare che i produttori di vaccini sono in difetto. E finché il produttore non è a conoscenza di effetti dannosi, essi mantengono l’immunità contro le azioni legali. Ciò ha portato a un sistema in cui è nel miglior interesse dell’azienda NON condurre studi approfonditi sulla sicurezza. L’ignoranza è beatitudine.

La ricerca limitata sugli effetti avversi di VAXELIS ha mostrato alcune tendenze inquietanti e diversi bambini sono morti dopo aver ricevuto il vaccino combinato. Gli effetti collaterali letali includevano l’asfissia (perdita della respirazione), l’eccesso di liquido nel cervello, le “cause sconosciute” e la sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS). In qualche modo, nessuno di questi incidenti mortali è stato attribuito al vaccino, inclusa la metà che non aveva altra causa attribuibile. Puoi leggere l’inserto completo qui .

Riclassificare le cause di morte ha direttamente contribuito alla capacità dei produttori di vaccini di evitare la colpa di effetti collaterali letali. La sindrome della morte improvvisa infantile, precedentemente nota come “morte della culla”, era praticamente inesistente nei rapporti sulla mortalità infantile prima della spinta attiva per la vaccinazione infantile negli anni ’60. La SIDS è stata ripetutamente riclassificata, motivo per cui gli studi sulla sicurezza dei vaccini non riescono ad attribuire questi decessi ai vaccini in questione.

Inoltre, l’aumento dei vaccini somministrati non ha portato ad una diminuzione della mortalità infantile . Secondo una recensione pubblicata nel 2011, 33 nazioni hanno tassi più bassi di mortalità infantile, nonostante gli Stati Uniti raccomandino più vaccinazioni infantili di qualsiasi altro paese al mondo. Lo studio elabora:

… due terzi dei bambini che erano morti per la sindrome della morte improvvisa infantile (SIDS) erano stati vaccinati contro la DPT (difterite-pertosse-tossoide tetanico) prima della morte. Di questi, il 6,5% è morto entro 12 ore dalla vaccinazione; 13% entro 24 ore; 26% entro 3 giorni; e 37%, 61% e 70% entro 1, 2 e 3 settimane, rispettivamente. La torcia ha anche scoperto che i bambini non vaccinati che morivano di SIDS lo facevano più spesso in autunno o in inverno mentre i bambini vaccinati morivano il più delle volte a 2 e 4 mesi, la stessa età in cui venivano somministrati ai neonati iniziali dosi di DPT. Ha concluso che il DPT “può essere una causa principale generalmente non riconosciuta di morte improvvisa del bambino e della prima infanzia e che i rischi dell’immunizzazione potrebbero superare i suoi potenziali benefici”.

Ciò è particolarmente interessante perché il foglietto illustrativo che accompagna il vaccino (che la maggior parte dei pazienti non vedrà mai) usa un linguaggio simile per quanto riguarda gli effetti avversi, raccomandando che i genitori valutino i rischi di immunizzazione contro i suoi benefici. Ma quanto sono accurati questi studi?

Secondo l’inserto del vaccino:

Poiché gli studi clinici sono condotti in condizioni variabili, i tassi di reazioni avverse osservati negli studi clinici di un vaccino non possono essere confrontati direttamente con quelli degli studi clinici di un altro vaccino e potrebbero non riflettere i tassi osservati nella pratica. Le informazioni sulle reazioni avverse tratte dagli studi clinici, tuttavia, forniscono una base per identificare gli eventi avversi che sembrano essere correlati all’uso di vaccino e per approssimare i tassi di tali eventi. ”

Persino i creatori di questo nuovo vaccino ammettono che la ricerca non è adeguata.

Sono stati segnalati ulteriori problemi, tra cui disturbi immunitari, esteso gonfiore degli arti iniettati e convulsioni. Questi effetti non sono stati presi in considerazione e sono stati considerati non correlati al vaccino. Secondo l’inserto del vaccino:

Poiché questi eventi sono segnalati volontariamente da una popolazione di dimensioni incerte, non è possibile stimare in modo affidabile la loro frequenza o stabilire una relazione causale con la vaccinazione. ”

Ci sono altri problemi con questi studi. Sia i partecipanti che i gruppi “di controllo” hanno ricevuto vari vaccini aggiuntivi, rendendo statisticamente insignificanti i dati potenzialmente importanti. Il vaccino di controllo aveva anche segnalazioni di convulsioni, convulsioni, disordini immunitari e ossigeno insufficiente nel sangue. Difficilmente una barra alta da impostare.

E poiché VAXELIS è stato confrontato con e contro un vaccino noto per causare questi effetti avversi, è impossibile determinare se questi problemi sono un risultato diretto del farmaco combinato, o semplicemente un problema noto con il farmaco di controllo.

Anche gli effetti avversi sono stati auto-riportati dai genitori, riducendo ulteriormente l’accuratezza degli studi. Piuttosto che essere monitorati da medici professionisti dopo la vaccinazione, questi bambini furono mandati a casa. I genitori non addestrati erano quindi responsabili del monitoraggio e riferivano accuratamente gli effetti avversi nei loro figli.

Tuttavia, il farmaco è stato approvato e sarà presto somministrato a milioni di bambini piccoli.

A proposito di Merck e Sanofi

Con così poche informazioni sulla sicurezza e l’efficacia di questi vaccini, vale la pena guardare ai produttori. Le aziende etiche vanno spesso al di sopra e al di là di assicurare che i loro prodotti siano sicuri per i consumatori. Sfortunatamente, questo non è il caso quando si tratta di VAXELIS.

Merck e Sanofi, le aziende responsabili dello sviluppo e dei test di sicurezza di VAXELIS, sono i principali attori nel settore farmaceutico. Entrambe le società hanno scarsi risultati in termini di etica e sicurezza dei consumatori.

Merck è uno dei più grandi produttori di vaccini negli Stati Uniti ed è stato coinvolto in diverse azioni legali relative a cattiva condotta, falsificazione della ricerca e influenza sulla supervisione del governo. Una causa in corso è iniziata nel 2010, quando 2 ex dipendenti hanno accusato Merck di frodare il governo degli Stati Uniti vendendo 4 milioni di dosi di vaccino MPR con etichetta errata e contribuendo a recenti epidemie di parotite causate in parte dal loro vaccino inefficace.

L’affermazione del CDC secondo cui i vaccini non causano l’autismo si basa in gran parte su uno studio condotto nel 2004, supervisionato dallo scienziato senior William Thompson. Nel 2014, Thompson ha confessato che l’agenzia ha distrutto attivamente tutti i dati che collegavano il vaccino MPR di Merck all’autismo, affermando che

I dati omessi hanno suggerito che i maschi afroamericani che hanno ricevuto il vaccino MPR prima dei 36 mesi di età erano a maggior rischio di autismo. ”

La donna responsabile dell’Ufficio di sicurezza dell’immunizzazione del CDC ha aiutato a mantenere silenzioso Thompson, insistendo sulla sicurezza del vaccino. Più tardi ha preso un posto di lavoro con Merck con uno stipendio e opzioni su azioni del valore di milioni.

E l’MPR non è l’unico vaccino per il quale Merck è stato accusato di frode. Il vaccino HPV ha più casi documentati di reazioni avverse di qualsiasi altro vaccino nel mondo, ma è ancora regolarmente somministrato negli Stati Uniti. Merck è stato citato in giudizio e accusato di aver commercializzato in modo aggressivo il suo vaccino HPV , GARDASIL, mentre ha deliberatamente nascosto informazioni sulla sua sicurezza da parte dei consumatori e delle agenzie federali.

Il partner di Merck non è migliore. Di recente, Sanofi ha pagato oltre $ 100 milioni per risolvere le accuse di aver violato il False Claims Act offrendo tangenti ai medici che acquistavano o prescrivevano i loro prodotti. Come se standard di ricerca rilassati e la rimozione di responsabilità per i loro prodotti non fossero sufficienti, Sanofi è solo un altro importante gruppo farmaceutico impegnato in pratiche di marketing fraudolente e corruzione per massimizzare i profitti. La salute e il benessere dei consumatori non sembrano affatto preoccupare questi giganti farmaceutici.

Profitti sui pazienti.

Informazioni sullo sviluppo immunitario dell’infante

Oltre ai problemi di sicurezza e ai record atroci dei produttori, dobbiamo anche chiederci: in che modo iniettare 6 diversi antigeni in un bambino di 6 settimane di età ha uno sviluppo a lungo termine? Nonostante l’insistenza del CDC sul fatto che i vaccini sono l’unico modo per proteggere i bambini dalle malattie, ci sono prove che questi vaccini possono prevenire lo sviluppo del sistema immunitario naturale del corpo.

Vedete, i bambini nascono con un sistema immunitario molto sensibile. Infatti, per il primo mese circa, la maggior parte dell’immunità del bambino viene trasmessa dalla madre. Il loro sistema immunitario si sviluppa nel tempo quando incontrano vari virus e germi, ma il processo richiede tempo. I bambini hanno un sistema immunitario debole che può essere compromesso da un carico così pesante di antigeni e tossine in così tenera età.

La risposta immunitaria soppressa aiuta i bambini a sviluppare batteri intestinali sani , essenziali per la costruzione di un forte sistema immunitario. Ma i vaccini funzionano usando adiuvanti tossici – come l’alluminio e il mercurio – per indurre una risposta infiammatoria. Questo mette il sistema immunitario in difesa durante un periodo critico durante il quale è necessario introdurre batteri sani per promuovere la flora intestinale sana. Il corpo è scioccato in una modalità protettiva che impedisce ai batteri sani di entrare.

Molti medici sostengono l’idea che l’immunizzazione protegga i bambini durante un periodo vulnerabile nel loro sviluppo immunitario, ma la verità è che questa raffica di vaccini può influenzare in modo permanente e negativo lo sviluppo del bambino , causando malattie metaboliche, allergie e malattie autoimmuni.

Abbiamo coperto il modo in cui i media hanno attaccato e censurato chiunque metta in discussione la sicurezza e l’efficacia dei vaccini. In un settore che genera miliardi di dollari di entrate annuali, la capacità di scrivere la narrativa sui vaccini è notevole. E mentre il nuovo vaccino combinato viene pubblicizzato come una scoperta medica, i bambini continuano a ammalarsi e morire, e Big Pharma continua a trarre profitto.

Dobbiamo chiedere di più da queste aziende, dalle agenzie governative incaricate della loro supervisione e dai media che continuano a mettere a tacere quelli che fanno domande. Attualmente, tutti i 50 stati richiedono la vaccinazione prima che i bambini possano frequentare la scuola, creando una milizia medica che costringa i genitori a iniettare i loro bambini con sostanze scarsamente testate, non provate e tossiche per poter partecipare alla nostra società. Il consenso informato è praticamente inesistente a causa di standard di ricerca insufficienti, censura dei media e frodi dilaganti tra i produttori.

Crediamo che tutti abbiano il diritto di decidere cosa succede nei loro corpi. Dai vaccini, alla chemioterapia e agli OGM, la nostra capacità di prendere decisioni informate è sotto costante attacco. Al TTAC continueremo a fornire informazioni che Big Pharma non vuole che tu sappia. Continueremo a coprire le ultime notizie mediche, forniremo informazioni sulle terapie naturali per curare e prevenire le malattie e continueremo la nostra ricerca della verità.

fonte: https://thetruthaboutcancer.com/vaxelis-merck-combo-vaccine

Leggi anche:

Ecco lo studio segreto sui vaccini

Uno studio finanziato con soldi pubblici e lasciato cadere nell’incuria e nell’oblio.

Scienza asservita e Stato etico

A nulla vale che ci sia un aperta violazione dell’art.32 della Costituzione che pure vieta l’imposizione di trattamenti sanitari.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi