CORRUZIONE E SPERIMENTAZIONE

 

by Gabry Gavin

All’università non si va per “imparare” la chimica e le biotecnologie farmaceutiche, si va per vantare una laurea che assomiglia a un merito secondo linee guida che esulano dalla vera cultura scientifica e dalle indagini per comprendere la Natura Umana.

L’impeccabile servo delle aziende chimiche farmaceutiche, ma anche di qualsiasi altro panorama scientifico, deve aver concluso gli studi in meno tempo possibile e col massimo dei voti per essere elogiato come studente modello da premiare con borse di studio e promettenti carriere.

Fossi in quei genitori boriosi, tutti senza alcuna eccezione, che vantano di avere i figli laureati precocemente col massimo dei voti e con famose grandi aziende che li pretendono nel loro privilegiato entourage come fossero già premi Nobel mi farei qualche domanda: “ho un figlio davvero meritevole o un nastro magnetico che memorizza l’essenziale per raccomandarsi a una commissione di docenti selezionati che notano lo stesso talento con cui si sono seduti in cattedra?

Requisiti fondamentali per essere contesi nel mondo del lavoro e riconosciuti uomini di successo.

Più che un talento oserei dire una regola: “se sei un precoce lodato devi essere per forza stupido, se sei ben pagato aumenta il tuo tenore di stupidità”.

Il talento è proprio individuare chi primeggia tra i laureandi, chi impara a macchinetta senza ragionare, chi ha fretta di uscire dall’università per sgomitare e far carriera appagato da quel genitore un po’ alla Forrest Gump che spinge il proprio ego sul figlio senza alcuna capacità di critica.

Se fai carriera non sei un vero intellettuale questo è l’unico dato di fatto da quando sono state istituite le università statalizzate della Massoneria, di quelle private non spreco verbo alcuno.

Se non impreziosite la vostra cultura con ricerche parallele o diametralmente opposte ai testi accademici siete geni della ripetizione, l’ennesimo replicante senza cervello nel mondo scientifico.

Sembra che le migliori scoperte scientifiche, le più geniali e rivoluzionarie siano state fatte da studenti cosiddetti “normali” anzi, da studenti ritardatari e per nulla brillanti perché il ritardatario non pago di ciò che non gli è chiaro nel percorso di studi se lo va a cercare trasversalmente.

Faccio un esempio: l’Odontoiatra per cui lavoravo, una dei 15 dottori per cui ho lavorato, si era laureata con 110 e lode tuttavia ha causato talmente tante parestesie al nervo mandibolare sbagliando l’anestesia tronculare che una persona normale avrebbe fatto meglio… forse aveva imparato anatomia non capito l’anatomia mandibolare.
Non era nemmeno l’unica, tutti i “lodati” facevano disastri irreversibili che puntualmente dovevo con tanta pena far finta di non vedere alla radiografia.

Ciò che appare evidente è che la gente scambia Dio per un 110 e lode e viceversa.

Se discuti negativamente di farmaci e vaccini come metodo per inquinare, modificare la genetica umana per renderla cagionevole a patologie con disturbi gravi, invalidanti e mortali non sei “immunologo” ne medico, oppure sei un cospiratore e tu che leggi in qualsiasi confezione di farmaci antidolorifici, antipiretici, antitussivi e tutti gli antidoti contro un qualsiasi malanno anche lieve che contengono oppioidi e oppiacei devi tacere.

Mentre tutti i vaccini contengono solventi e metalli corrosivi come la formaldeide, il mercurio sublimato, l’acido cloridrico e altri chelanti capaci di modificare la cellula la quale o si adatta diventando una mina a tempo o impazzisce e vi trascina nel girone dei malati.

La seccatura alla fine arriva quando abbiamo oltrepassato la massa critica dei depositi di queste sostanze nel cervello, allora nessuno pensa che un tumore al pancreas sia dovuto alla zona del cervello i cui neurotrasmettitori danno i segnali all’organo corrispondente.

Questo perchè un po’ come la lode dei geni i dosaggi dei principi attivi che ritengo “intossicanti” sono sempre più alti come i livelli di carriera dei camici bianchi, permeando la pelle e le vie respiratorie di chi sta a lungo in ambienti contaminati da malati cronici imbottiti di farmaci… vere centrali radioattive.

E’ stato creato tutto ad hoc, dall’educazione di gregge a presentare diagnosi occultamente alterate per avviare le cure preventive terapeutiche fino alle fondazioni Onlus per la ricerca in “vivo” con Think Tank e numeri verdi fino ai centri di ricovero assistenza e poli ambulatoriali sempre più in crescita poichè dopo aver assistito i propri cari fino al lutto ci si ammala per averli assistiti creando così un circuito virtuoso di sperimentazione, sofferenza e morte.

Infine l’acclamata immunità di gregge non è che un investimento economico sulla produzione di patologie autoimmuni, la confusione che i nostri amministratori di governo hanno messo a frutto tra gli incolti e profani è un grande bluff, se sei autoimmune cioè immune da te stesso non puoi essere infettato ne a tua volta essere infettivo, il tuo sistema immunitario semplicemente non riconosce più la materia di cui è fatto e non sei più in grado di difenderti da te stesso.

Se siamo autoimmuni non può esistere alcun pericolo di trasmissione pandemica… di quale sicurezza sanitaria Nazionale stanno parlando?

Questa è l’immunità di gregge che garantisce la sicurezza economica, l’obbedienza, l’ordine e lo smaltimento dei rifiuti organici, non senza inquinare l’ambiente.

Leggi anche:

I vaccini e il libero pensiero

... perché si permette ai vaccini di sbagliare ancora?

Contaminazioni dei vaccini e lotti difettosi

Quale garanzia possiamo avere come genitori che i vaccini somministrati non siano contaminati da agenti infettivi pericolosi

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi