Miseria

impiccato
La miseria non ha gioie, ha dolori dolori insopportabili fino alla pazzia che ti offrono il cappio per impiccarti o ti sacrificano miseramente alle leggi.

La miseria non chiede pietà.

Vuole giustizia!

Pietà?

Figlia bastarda di scaltre istituzioni che ipocritamente come i farisei ti esortano a dare al povero mendicante un soldo.

La miseria e macchia indelebile sulla fronte dell’umanità che avanza nei secoli. Macchia che non potranno detergere gli stracci ammuffiti dei templi.

… scritta nel 1928

Leggi anche:

… di una maestra preoccupata

Rivolta a chiunque abbia a cuore il futuro dei bambini (e non solo)

IL DECRETO di David Gramiccioli

La ricostruzione con date e accadimenti di quanto ha portato alla approvazione della legge 119/17

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi