La tragedia di Heysel

Quella dell’Heysel è stata, probabilmente la pagina più brutta scritta nel libro della storia del calcio.

Cosa è successo quella sera di maggio, ormai, lo sanno tutti.

Che le due società avessero fatte rimostranze per la decisione dell’UEFA di giocare in quella che era considerata una struttura fatiscente, è forse meno noto. Lo stadio era privo di adeguate uscite di sicurezza e di soccorso, il campo di gioco e le tribune erano mal curati, assi di legno erano sparse per terra, i muretti divisori erano vecchi e fragili e da essi si staccavano pezzi di calcinacci, le tribune di cemento vetuste e sgretolate. Lo scarico dei servizi igienici colava dai muri, contribuendo a renderli ancora più fragili.

Ma quella partita si è giocata 23 anni fa. Altri tempi. Altro calcio.

I morti furono 39, dei quali 32 italiani, 4 belgi, 2 francesi e 1 irlandese. Centinaia i feriti.

Per non dimenticare, questi i loro nomi:

Rocco Acerra – Francesco Galli – Patrick Radcliffe – Domenico Ragazzi – Antonio Ragnanese Claude Robert – Mario Ronchi – Domenico Russo – Tarcisio Salvi – Gianfranco Sarto – Amedeo Giuseppe Spolaore – Mario Spanu – Tarcisio Venturin – Jean Michel Walla – Claudio Zavaroni Giancarlo Gonnelli – Alberto Guarini – Giovacchino Landini – Roberto Lorentini – Barbara Lusci – Franco Martelli – Loris Messore – Gianni Mastrolaco – Sergio Bastino Mazzino – Luciano Rocco Papaluca – Luigi Pidone – Benito Pistolato -Bruno Balli – Alfons Bos – Giancarlo Bruschera – Andrea Casula – Giovanni Casula – Nino Cerrullo – Willy Chielens – Giuseppina Conti – Dirk Daenecky – Dionisio Fabbro – Jaques François – Eugenio Gagliano.

Leggi anche:

… di una maestra preoccupata

Rivolta a chiunque abbia a cuore il futuro dei bambini (e non solo)

IL DECRETO di David Gramiccioli

La ricostruzione con date e accadimenti di quanto ha portato alla approvazione della legge 119/17

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi