La tragedia di Heysel

Quella dell’Heysel è stata, probabilmente la pagina più brutta scritta nel libro della storia del calcio.

Cosa è successo quella sera di maggio, ormai, lo sanno tutti.

Che le due società avessero fatte rimostranze per la decisione dell’UEFA di giocare in quella che era considerata una struttura fatiscente, è forse meno noto. Lo stadio era privo di adeguate uscite di sicurezza e di soccorso, il campo di gioco e le tribune erano mal curati, assi di legno erano sparse per terra, i muretti divisori erano vecchi e fragili e da essi si staccavano pezzi di calcinacci, le tribune di cemento vetuste e sgretolate. Lo scarico dei servizi igienici colava dai muri, contribuendo a renderli ancora più fragili.

Ma quella partita si è giocata 23 anni fa. Altri tempi. Altro calcio.

I morti furono 39, dei quali 32 italiani, 4 belgi, 2 francesi e 1 irlandese. Centinaia i feriti.

Per non dimenticare, questi i loro nomi:

Rocco Acerra – Francesco Galli – Patrick Radcliffe – Domenico Ragazzi – Antonio Ragnanese Claude Robert – Mario Ronchi – Domenico Russo – Tarcisio Salvi – Gianfranco Sarto – Amedeo Giuseppe Spolaore – Mario Spanu – Tarcisio Venturin – Jean Michel Walla – Claudio Zavaroni Giancarlo Gonnelli – Alberto Guarini – Giovacchino Landini – Roberto Lorentini – Barbara Lusci – Franco Martelli – Loris Messore – Gianni Mastrolaco – Sergio Bastino Mazzino – Luciano Rocco Papaluca – Luigi Pidone – Benito Pistolato -Bruno Balli – Alfons Bos – Giancarlo Bruschera – Andrea Casula – Giovanni Casula – Nino Cerrullo – Willy Chielens – Giuseppina Conti – Dirk Daenecky – Dionisio Fabbro – Jaques François – Eugenio Gagliano.

Leggi anche:

W la scuola

La mia mamma mi ha nata libera e non è così male essere una pecorella nera...

Una semplice questione di diritti…

Se vivi nel terrore, non hai tempo di pensare ad altro.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi