CIVICO 117/A – Fratelli BIVIANO

 

I fratelli Biviano dal 23 luglio scorso vivono in una tenda a piazza Montecitorio.

Da un anno stanno manifestando per avere la somministrazione delle infusioni del metodo Stamina.

I protocolli ufficiali non offrono alcuna terapia per una situazione come la loro.

Chiedendo di ricevere le infusioni di staminali, loro chiedono di potere avere quella che ritengono essere una concreta speranza per una patologia per la quale la medicina ufficiale non offre alcuna speranza.

La lotta che portano avanti non è solo la loro lotta. E’ la lotta di tante altre persone. Come quei genitori, i cui figli hanno ricevuto le infusioni, traendo da esse, nella maggior parte dei casi, giovamento.

Sopraggiunto il blocco delle infusioni, i miglioramenti sono progressivamente venuti meno e il decorso ha ripreso la sua via verso quell’esito drammatico che la medicina ufficiale considera, in casi del genere, inevitabile.

Questo live, partendo dalla emblematica vicenda dei fratelli Biviano,vuole aprire uno squarcio sulla concreta difficile quotidianità che si trovano a vivere tutte queste persone che decidono di non mollare.

Attraverso questa dimensione umana, si cercherà, fuori dalle lotte di religione e dalle manipolazioni mediatiche, in modo indipendente, di capire qualcosa di ciò che sta davvero avvenendo, e di quella che è la posta in gioco.

Tra coloro che interverranno, oltre i fratelli Biviano, ci saranno persone direttamente, in un modo o nell’altro, coinvolte in questa vicenda.

I commenti lasciati durante la diretta saranno discussi anche dai partecipanti, se esenti da turpiloquio, offese ed inerenti gli argomenti trattati.


 

Le tappe principali della vicenda Stamina:

28.09.2011: accordo tra l’Ospedale Civile di Bs e il Prof. Vannoni per applicare il metodo Stamina in un laboratorio di struttura.
Ottobre2011- Aprile2012: a Bs vengono trattati 12 pazienti (4 bambini e 8 adulti).
12 maggio 2012: l’Aifa chiude il laboratorio per mancanza di autorizzazioni e rischi per la sicurezza dei pazienti.
Luglio 2012: l’ordinanza dell’Aifa è impugnata da Stamina Foundation e da alcuni genitori.
Agosto 2012: il Tribunale di Venezia impone all’Ospedale Civile di Bs di continuare le cure su una piccola paziente. Almeno altre 32-34 famiglie ottengono le cure per via giudiziaria.
Marzo 2013: viene emanato il decreto Balduzzi che prevede la prosecuzione del trattamento per chi è già in cura e la sperimentazione con le regole dei trapianti.
Maggio 2013: cambio di linea. Vengono stanziati con decreto 3mln di euro per la sperimentazione clinica seguendo le regole utilizzate per i farmaci. Il Ministro nomina un Comitato scientifico di esperti.
Agosto 2013: dopo diversi rinvii, il Prof. Vannoni consegna la metodica Stamina al Comitato chiedendo la garanzia della riservatezza.
29 agosto 2013: parere negativo all’unanimità del Comitato scientifico sul metodo, per mancanza di basi scientifiche ed elementi di pericolosità per i pazienti.
Ottobre 2013: il Ministero della Salute blocca la sperimentazione, considerando negativo il parere del Comitato scientifico.
4.12.2013: il Tar del Lazio sospende il parere del Comitato scientifico, accogliendo il ricorso di Vannoni. Il ministero annuncia la nomina di un nuovo comitato di esperti.
Febbraio 2014: Vannoni rinviato a giudizio per tentata truffa.
10.06.2014: si riunisce il nuovo Comitato di esperti presieduto dal Prof. Michele Baccarani. I lavori dureranno 4 mesi.
24 agosto 2014: I Nas sequestrano le cellule staminali conservate al Civile di Bs e le relative attrezzature per impedire le infusioni.
Ottobre 2014: Il Comitato di esperti boccia il metodo perchè non esistono i presupposti per far ripartire la sperimentazione scientifica del protocollo Stamina.
Novembre 2014: decreto del Ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, in base alla bocciatura del Comitato scientifico.

Commenti:
Vannoni: ricorreremo di nuovo al Tar.
Belleri (Direttore del Civile): è un aspetto determinante, ma non basta. Ora bisognerà capire quale e se ci sarà un prossimo passo del Parlamento e del Ministero. Credo sia necessario un intervento globale che chiarisca la vicenda per evitare che nuovi casi Stamina si verifichino in Italia.
De Biasi (presidente commissione sanità del Senato): ha fatto bene il Ministro Lorenzin a chiudere definitivamente con il suo decreto qualsiasi possibilità di sperimentazione del metodo Stamina, già bocciato dal Comitato scientifico. Ora dobbiamo “aggiornare la legge” sulle cosiddette cure compassionevoli, perchè quanto è successo con il metodo Stamina non succeda mai più.

 

Leggi anche:

Nella tua casa

... aiuto mia moglie a lavare i piatti dopo cena, perché anche io uso quei piatti.

Gb, organi di bambini espiantati senza consenso

In queste ore in Inghilterra si decide la sorte di un bambino "Alfie Evans" ricoverato nell'ospedale Alder Hey...

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi