L’inchiesta – Cosa Nostra tra Long Island e Passo di Rigano

La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Le indagini che hanno inferto un colpo mortale alla mafia italo-americana.

Tra Palermo e New York, investigatori del Servizio Centrale Operativo, della Squadra Mobile di Palermo e dell’F.B.I. hanno eseguito un’operazione congiunta di Polizia con l’arresto di un’ottantina di indagati che dovranno rispondere – a titolo diverso – di associazione di tipo mafioso, omicidi, estorsioni ed altri gravi delitti.

Gli arrestati sono esponenti di spicco delle più importanti famiglie mafiose collegate al capo di Cosa nostra palermitana Salvatore Lo Piccolo – gia’ arrestato alcune settimane fa – nonché soggetti di vertice della famiglia Gambino di New York. Verranno mostrate in esclusiva le immagini girate da FBI e polizia italiana che confermano la rinnovata vitalità dei rapporti tra la mafia italiana e quella americana.

In uno dei video girato il 24 marzo del 2004 all’hotel Wardolf Astoria di New York si vede Nicola Mandalà pronto riallacciare i contatti con Cosa nostra americana. Mandalà, arrestato successivamente nel gennaio 2005 con l’operazione Grande Mandamento, e che all’epoca gestiva la latitanza di Provenzano, si reca a New York per incontrare Frank Calì della famiglia mafiosa Gambino e considerato l’ambasciatore di Cosa Nostra americana, arrestato ora con l’operazione Old Bridge.

 

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi