Report – A pensar male …

La trasmissione Report di Milena Gabanelli linkata per chi non riesce a visualizzare dal sito Rai.tv causa “malfunzionamento” dello script silverlight …


19/05/2014

Ci son voluti solo sette anni, dal 1998 al 2005, per vendere i circa cinquecento immobili sedi della Democrazia Cristiana, comprati nella sua decennale storia con i soldi dei tesserati, delle donazioni, dei finanziamenti pubblici. Dopo che la vecchia Dc si è sgretolata sotto i colpi degli oltre cinquemila avvisi di garanzia che avevano inondato il Parlamento in piena tangentopoli, gli eredi democristiani si sono frantumati in varie direzioni, un po’ a destra, un po’ a sinistra, altri rigorosamente al centro, e si son trovati a gestire questa imponente ricchezza immobiliare. Come li hanno venduti gli immobili sparsi in tutta la penisola? In quali mani sono finiti? Nascosti dietro l’alibi dei debiti dei padri da saldare, gli eredi hanno in realtà usato quegli immobili per le proprie carriere politiche, e non solo. Intorno alle svendite, ai grandi affari e qualche proprietà tornata in casa di ex Dc, logicamente a prezzi di favore, si intersecano storie di vecchi palazzi con fantasmi, sedi di partito fantasma, e misteriose società in Croazia con tanto di inconsapevoli presta nomi.

video

All’interno :

Eurocandidati

report_19_5_14-1min. x:xx:xx – Gino Trematerra dell’Udc per andare in Europa ha lasciato un comune invaso dall’immondizia e in dissesto finanziario. Franco Bonanini, dopo una vita nel centrosinistra, ci riprova con Forza Italia, nonostante sia sotto processo. Mario Pirillo del Pd dovrebbe dirci come intende impiegare i fondi europei, visto che quelli che quando era assessore regionale all’agricoltura sono andati all’azienda del figlio sono svaniti nel nulla. I candidati cinque stelle invece nessuno sa chi siano, nemmeno i militanti del movimento.

La centrale rischi

report_19_5_14-2min. x:xx:xx – Ogni volta che chiediamo un mutuo, una carta di credito o decidiamo di acquistare un auto a rate i nostri dati finiscono nel grande archivio informatico di una società privata, la Crif. Collegandosi a questa banca dati ogni banca potrà vedere con un semplice clic quanti soldi abbiamo chiesto in prestito nella nostra vita e se siamo puntuali nel pagare le rate. Basta ritardare un pagamento e scatta una segnalazione negativa al Crif. A quel punto ottenere altri prestiti diventa quasi impossibile. Il ruolo di Crif nel sistema di accesso al Credito è delicatissimo visto che oltre a possedere dati sensibili di tutti noi, di fatto ha potere di vita e di morte delle imprese decretandone nei fatti la possibilità di accesso al credito.

Un inedito Aznavour per i suoi 90 anni

report_19_5_14-3min. x:xx:xx – «Perché Aznavour? Voglio raccontarvi una mia storia personale che risale al 1992. Lavoravo per Mixer, ero andata in Nagorno Karabakh, un’enclave fra Armenia e Azerbaijan, un viaggio lungo e solitario, i due paesi sono in guerra. La popolazione era in fuga, perché la zona era quotidianamente bombardata dagli aerei. Una storia di cui il mondo si è interessato poco e ancora oggi in pochi sanno dell’esistenza di questo piccolo territorio. Alla fine di questo viaggio drammatico mi imbarco a Yerevan insieme a qualche centinaio di profughi, l’Armenia è isolata, c’è un unico volo ogni mercoledì destinazione Parigi. Durante il viaggio seduto di fianco a me un profugo armeno mi dice: “Ma lei lo sa che questi voli, ogni settimana da mesi, li paga Aznavour”?».

Leggi anche:

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Report – L’età della plastica

la plastica ha rivoluzionato la nostra vita e ormai avvolge tutto, anche il cibo che mangiamo ogni giorno

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi