Tutela della libertà di scelta in ambito vaccinale, sperimentazione clinica e rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo

Il sottoscritto XXXXX, in qualità di cittadino comune di XXXXX, inoltra in data odierna al Sindaco XXXXX, la presente relazione di 40 pagine, dal titolo “Tutela della libertà di scelta in ambito vaccinale, sperimentazione clinica e rispetto dei diritti fondamentali dell’uomo”, redatta dall’associazione LOV – Liberi Dall’obbligo Vaccinale.

La relazione ha l’obiettivo di definire il collegamento intrinseco tra l’imposizione dell’obbligo vaccinale che si intende attuare in Italia con il decreto legge 73/2017, ad oggi in sede di conversione, e la sperimentazione umana su larga scala a cui ci si sta avviando in questo paese. Si parla di sperimentazione clinica a ragion veduta e si intendono dare tutti gli strumenti per dimostrare come il calendario vaccinale, e ogni singola vaccinazione prevista con esso, possa essere considerato tale. Si intende porre l’attenzione sulla mancanza di fattori di sicurezza ed efficacia, che spingono alla realizzazione di questo calendario, oltre che sulla mancata dichiarazione di tale sperimentazione con tutti i relativi risvolti medici e giuridici di tutela che andrebbero attuati.

In merito ai risvolti giuridici si farà riferimento sia alla normativa nazionale che alla normativa internazionale.

Pertanto con questa relazione mi rivolgo a Lei, Sindaco, quale massima autorità sanitaria locale. In questa veste, ai sensi dell’art. 32 della legge n. 833/1978 e dell’art. 117 del D.Lgs. n. 112/1998, dato che può anche emanare ordinanze contingibili ed urgenti, con efficacia estesa al territorio comunale, in caso di emergenze sanitarie e di igiene pubblica, mi rivolgo a Lei vista la grave situazione di violazione dei diritti umani fondamentali tutelati oltre che dall’ordinamento nazionale, anche dall’ordinamento penale internazionale.

Le chiedo pertanto di riflettere in merito alla presente relazione e di attuare interventi di urgenza, di concerto possibilmente con il Presidente della Regione, ai fini di tutelare i suoi concittadini.

Ringrazio per l’attenzione e l’ascolto, chiedo di poter ricevere una risposta scritta in merito, dopo che avrà letto tale relazione, rimanendo fiducioso di essere tutelato.

XXXXX

La presente relazione è già stata inviata a (in costante aggiornamento):

Leggi anche:

Infanrix Hexa e morte improvvisa: una revisione dell’aggiornamento dei rapporti periodici della sicurezza presentati all’Agenzia Europea per i Medicinali

Ci sono stati diversi rapporti spontanei di morte improvvisa inattesa subito dopo la somministrazione di Infanrix Hexa

Le iniezioni sottocutanee di alluminio (sali), usato come adiuvante nei vaccini, attivano i geni immunitari innati nel cervello del topo che sono omologhi ai biomarkers dell’autismo

I meccanismi sottostanti alla neurotossicità dell'alluminio come adiuvante nei vaccini sono stati studiati.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi