Assassini

24.09.2010
Teresa Lewis è stata giustiziata nella stanza della morte di un carcere nel cuore della Virginia, nel sud degli Stati Uniti. «Ha mosso un pò i piedi, poi piano piano si è fermata». Considerata disabile dai periti medici, condannata a morte come mandante di un duplice omicidio, ha ricevuto l’iniezione letale davanti a una decina di testimoni civili e, in una sala distinta, ai parenti delle vittime. Mentre il veleno faceva effetto, fuori dal carcere le proteste contro la pena di morte di manifestanti tenuti a distanza da guardie armate.
Su un cartello la scritta: Perché uccidiamo persone che hanno ucciso altre persone, per insegnare che uccidere è sbagliato?.

Leggi anche:

… di una maestra preoccupata

Rivolta a chiunque abbia a cuore il futuro dei bambini (e non solo)

IL DECRETO di David Gramiccioli

La ricostruzione con date e accadimenti di quanto ha portato alla approvazione della legge 119/17

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi