Report – POTREBBE UN ESPERIMENTO DISTRUGGERE LA TERRA?

La trasmissione Report di Milena Gabanelli linkata per chi non riesce a visualizzare dal sito Rai.tv causa “malfunzionamento” dello script silverlight …


05/11/2000

Alla periferia di Ginevra c’è il Cern, il più grande laboratorio scientifico del mondo. Ha quarantasei anni di vita, ci lavorano settemila scienziati, è finanziato da venti paesi europei e l’Italia partecipa con una quota di centocinquanta miliardi l’anno previsti dalla finanziaria.
Sotto al laboratorio c’è un anello acceleratore di ventisette chilometri, dentro questo anello si fanno esperimenti per studiare l’origine della materia. Questi esperimenti finora non hanno prodotto alcun risultato applicabile alla nostra vita pratica, ma le ricadute che derivano dalle tecnologie usate negli esperimenti sono enormi, fra tutte il web che è nato proprio al Cern. Qui fra quattro anni entrerà in funzione un acceleratore di particelle, si chiama LHC: consiste nel far entrare in collisione frontale ad energie altissime mai sperimentate prima particelle particolari. Queste condizioni estreme permetteranno di avventurarsi nello sconosciuto.
Così sconosciuto da suscitare inquietanti interrogativi da parte di autorevoli scienziati.

video

Leggi anche:

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Report – L’età della plastica

la plastica ha rivoluzionato la nostra vita e ormai avvolge tutto, anche il cibo che mangiamo ogni giorno

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi