L’inchiesta – La magia del signor Rossi

 

La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Storia dell’invenzione che promette di cambiare il mondo

In Grecia c’è chi è disposto a scommetterci 200 milioni di euro, negli Stati Uniti sarebbe già iniziata la produzione industriale, a novembre potrebbe già essere sul mercato. L’Energy Catalyzer, inventato dall’italiano Andrea Rossi, è ancora un prototipo misterioso ma promette una rivoluzione nel nostro modo di produrre energia. L’E-Cat nessuno sa spiegare come funzioni, ma sembra trasformare pochi grammi di nickel, un po’ d’idrogeno e un “ingrediente segreto” in abbondanti kilowattora. Manca ancora il brevetto, ma test positivi e testimoni esperti sembrano confermare che “Deve trattarsi di un processo di tipo nucleare”. E poi, come dice a Rainews l’inviato della Reale Accademia di Svezia, Sven Kullander: “Se davvero funziona vale il Nobel”. Una bufala? Un’allucinazione collettiva? Oppure un’innovazione radicale? L’inviato di Rainews Angelo Saso ha raccolto le voci dei protagonisti e degli esperti per svelare i retroscena di questa invenzione “che promette di cambiare il mondo”.

NyTeknik, il più importante settimanale svedese di tecnologia
New Energy Times
L’E-Cat su YouTube: Dimostrazione del 14 Genaio 2011
Le pagine di Wikipedia

 

 

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi