Report – ARMI DI DISTRUZIONE DI MASSA

 

La trasmissione Report di Milena Gabanelli linkata per chi non riesce a visualizzare dal sito Rai.tv causa “malfunzionamento” dello script silverlight …


28/03/2004

Siamo a Severodvinsk nel Nord della Russia, vicino al mare di Barents. La temperatura è polare: meno 35. Era una cittadella chiusa, un tempo, inaccessibile; ma ancora oggi per entrare servono tante richieste ed estenuanti trattative. Poi, finalmente, i permessi. Questi scafi, prigionieri del ghiaccio, sono ciò che resta della grande flotta di sottomarini atomici. Tra queste lamiere arrugginite ci sono ancora i reattori nucleari di propulsione, missili e siluri. Il loro cuore nucleare, abbandonato da una decina d’anni è un potenziale strumento di distruzione. Ai tempi della guerra fredda ne erano stati costruiti 242, simili al Kursk affondato nel mare di Barents e al celebre Ottobre Rosso del film.

Leggi anche:

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Report – L’età della plastica

la plastica ha rivoluzionato la nostra vita e ormai avvolge tutto, anche il cibo che mangiamo ogni giorno

Lascia un commento

Questo sito si serve dei cookie di Google per l'erogazione dei servizi, la personalizzazione degli annunci e l'analisi del traffico. Le informazioni sul tuo utilizzo del sito sono condivise con Google. Se prosegui la navigazione acconsenti all'utilizzo dei cookie. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi