L’inchiesta – Islanda, quando tutto cambiò nell’isola felice

   

La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Perdita del lavoro, piccoli investitori che hanno visto dissolversi i risparmi di una vita, famiglie che non riescono più a pagare il mutuo per la casa e cominciano ad avere problemi per fare la spesa.

Sono solo alcune conseguenze per la società islandese ad una settimana dal grande ‘crack‘ che ha visto fallire le principali banche e portato il Paese sull’orlo della bancarotta. In questi anni l’Islanda era diventata la camera di compensazione per gli investimenti speculativi: altissimi rendimenti, grande rischio.

Tutto è andato bene fino a che i mercati erano in crescita ma appena è iniziata la bufera finanziaria in tutto il mondo le istituzioni finanziare del paese ‘dei ghiacci’ hanno subito un tracollo immediato: la divisa nazionale, la corona, ha perso circa l’80 per cento del suo valore, la borsa è scesa in un giorno del 70 per cento e le banche hanno chiuso i battenti. Ora l’Islanda e’ sola. Nell’inchiesta le testimonianze di semplici cittadini, economisti, operatori e rappresentati del governo che spiegano la più grave crisi della loro storia.

 

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi