Figure – Chaim Soutine

   

02/03/2012

Un grande pittore, amatissimo ovunque e quasi sconosciuto in Italia. Visse a Parigi e fu grande amico di Amedeo Modiglianii. Ma le sue origini sono russe. Nacque nel 1893 a Smilavichi, un piccolo villaggio dell’impero russo oggi in territorio bielorusso, in una famiglia ebrea di origine lituana. Le sue opere future risentiranno degli anni difficili della sua infanzia, caratterizzata da esperienze dolorose in una famiglia povera, numerosa e socialmente emarginata in quanto ebrea. Il suo stile risente in parte di maestri del passato, come El Greco, Diego Velázquez, Rembrandt e Gustave Courbet, e di grandi artisti a lui temporalmente più vicini, come Paul Cézanne, Vincent Van Gogh e Pierre Bonnard. Ma per il suo modo di rappresentare la realtà in modo atemporale come tragedia interiore, le affinità maggiori sono quelle con Edvard Munch, James Ensor, Emil Nolde, Oskar Kokoschka e con il movimento dell’espressionismo. A causa del suo esasperato individualismo, Soutine non aderì mai ufficialmente a nessuna corrente artistica, anche se per l’uso appassionato di colori vividi viene considerato uno dei più ragguardevoli rappresentanti dell’espressionismo, elaborato secondo una visione ed una tecnica pittorica altamente personali.

Leggi anche:

Le geometrie del corpo – Euan Uglow

🔊 Leggi questo post     21/05/2013 Euan Ernest Richard Uglow (10 marzo 1932-31 agosto …

Donne che dipingono donne – Ruth Shively

🔊 Leggi questo post     20/05/2013 Ruth Shively è originaria del Nebraska, ma attualmente …

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi