L’inchiesta – Liberalizzazioni e scorie nucleari

La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


L’italia è uscita dal nucleare ma piccoli reattori sperimentali e consistenti quantità di scorie radioattive sono ancora presenti nel nostro paese ed ora il governo ha deciso di procedere alla loro dismissione e messa in sicurezza in tempi rapidi semplificando le procedure. Lega Ambiente, GreenPeace, Wwf sono preoccupati e temono che venga a mancare la trasparenza su questo settore. Ne discutono in studio Roberto DELLA SETA Senatore del PD e già presidente di Legambiente, Massimo SCALIA professore di Fisica Matematica alla Università “La Sapienza” già fondatore di Legaambiente, Lamberto MATTEOCCI ingegnere dell’Ispra, l’Istituto del Ministero dell’Ambiente per il controllo dell’attività nucleare, Gaetano AZZARITI ordinario di Diritto costituzionale all’Università di Roma “La Sapienza”.

[jwplayer mediaid=”24484″]

Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi