Catastrofi tutte ITALIANE





Per non dimenticare ed affidare all’oblio, quanto è successo nella nostra Italia con la speranza di non ripetere gli errori già fatti.

La lista in questione è sicuramente incompleta, pertanto se i lettori avessero segnalazioni da fare e/o errata corrige, siete pregati di segnalarmelo tramite modulo contatti, grazie.

 

DataNome comuneLuogoVittimeCause o colpevoliNote
09/10/2014Alluvione di Genova1Temporale autorigenerante
20/09/2014Alluvione a Imola e alta RomagnaOoltre 170 mm di pioggia in poche ore sull'alto bacino del fiume Santerno
06/09/2014Alluvione del Gargano2Cadono in pochi giorni da 300 a 500 mm di pioggia
02/08/2014Alluvione di Refrontolo (TV)Valle del torrente Lierza, affluente del fiume Soligo, presso il molinetto della Croda4Violentissimo nubifragio imprevedibileUn'impressionante nubifragio colpisce in serata la valle del torrente Lierza (Provincia di Treviso), causando una piena secolare del corso d'acqua stesso che presso il molinetto della Croda (comune di Refrontolo), straripa investendo un centinaio di persone che erano riunite sotto un ampio gazebo per festeggiare una manifestazione locale. Tutto viene travolto dalla piena improvvisa, incluse 4 persone che sono morte nel tentativo di salvare le proprie autovetture.
21/07/2014Alluvione in Valfreddana (LU)Valle del torrente Freddana, piccolo affluente di destra del fiume SerchioPiogge insistenti e violenteNella notte tra il 21 e il 22 luglio un violentissimo nubifragio si abbatte sulla valle del torrente Freddana, situata a cavallo tra i comuni di Camaiore e Lucca, con oltre 200 mm di pioggia: il conseguente straripamento del corso d'acqua causa seri danni ad abitazioni e strade, in particolare nei centri di San Martino in Freddana e Torre; numerose anche le frane che si attivano in valle isolando quasi completamente la zona.
08/07/2014Alluvione a MilanoQuartieri Niguarda e "Isola" situati nella parte nord di MilanoForte temporale notturno sul bacino del fiume Seveso e inadeguata tombinatura dello stesso corso d'acqua che attraversa coperto la cittàA seguito di un forte evento temporalesco il fiume Seveso straripa presso il quartiere di Niguarda, nei pressi di via Ca' Granda, esondando dai tombini e creando autentiche fontane d'acqua e fango che allagano interamente viale Zara e tutto il quartiere, già colpito con frequenza da eventi simili. Durante questo evento però la quantità d'acqua risulta elevatissima: in molte strade il ivello tocca anche i 50/60 cm di altezza causando danni seri ad autovetture, esercizi commerciali, scantinati e piani terra di molte abitazioni; l'area coinvolta dall'esondazione si estende molto coinvolgendo anche il quartiere Isola, situato a pochissimi passi dal centro storico di Milano, che vede completamente allagata piazza Minniti e strade limitrofe; in tutta la parte nord della città la viabilità risulta paralizzata per ore.
03/05/2014Alluvione di Senigallia e ChiaravalleArea nord della Provincia di Ancona1Piogge insistenti su terreni già saturi da precipitazioniForti piogge interessano tutta la parte nord delle Marche causando piene di corsi d'acqua, allagamenti e disagi alla circolazione. Criticità elevate si hanno in Provincia di Pesaro e Urbino per la piena del fiume Foglia e soprattutto in provincia di Ancona nel comune di Chiaravalle dove a causa dello straripamento del torrente Triponzio vasti allagamenti interessano molte zone della cittadina con danni seri a strade e scantinati delle abitazioni. Situazione di vera emergenza invece nel comune di Senigallia, interessato nella tarda mattinata del 3 maggio da un grave evento alluvionale: verso le ore 10 infatti presso le frazioni Bettolelle, Borgo Bicchia e Borgo Passera cede l'argine destro del fiume Misa, riversando nelle strade adiacenti un muro d'acqua e fango. Nelle strade l'acqua sfiora i 3 metri di altezza giungendo a lambire i primi piani delle abitazioni). Le acque alluvionali del Misa si estenderanno poi progressivamente verso la stessa città di Senigallia interessando inaspettatamente quasi tutta la porzione sud della città, che vede interi quartieri residenziali sommersi anche da 2 m d'acqua e fango.
31/01/2014Alluvione a Ponsacco (PI)Esondazione fiume EraPiogge insistenti sul bacino dell'Arno causano la piena del fiume e di gran parte dei suoi affluenti; la situazione diviene critica verso le 12:00 del giorno 31 gennaio 2014 in provincia di Pisa, dove a causa di una grossa piena del fiume Era, importante affluente di sinistra dell'Arno, si verifica un'improvvisa rottura dell'argine sinistro dello stesso corso d'acqua nei pressi del comune di Ponsacco, che verrà in gran parte alluvionato, con seri danni.
19/01/2014Alluvione di ModenaModena, Bastiglia, Bomporto e altre zone della Provincia di Modena0Esondazione del fiume Secchia, con rottura dell'argine destro nella frazione di San Matteo di Modena.Le abbondanti precipitazioni del fine settimana determinano un'improvvisa piena del fiume Secchia che alle ore 6.00 del mattino rompe l'argine destro (forse già indebolito dalle tane scavate dalle nutrie e dal terremoto del 2012) a pochi chilometri a valle della città di Modena, nella frazione di San Matteo. Interrotta la Strada Statale SS12. Sommersi i vicini comuni di Bastiglia e Bomporto. Disperso un volontario. Circa 600 persone evacuate e sfollate. 75 km² la superficie complessiva della zona allagata.
18/11/2013Alluvione "Millenaria" in Sardegna (ciclone Cleopatra)Bitti, Lula, Onani, Oliena, Macomer, Orgosolo, Orosei, Gastelli, Dorgali e Nuoro18Esondazione di fiumi, torrenti, e canali di smaltimento per le acque piovane dove i detriti si sono accumulati facendo così che l'acqua esca. In molti quartieri di Olbia le acque giungono ai piani alti delle abitazioni.Ponti crollati, paesi sott’acqua. Dichiarato lo stato d’emergenza. «In 24 ore caduta la pioggia che nel nostro Paese arriva in sei mesi»] Ponti crollati, paesi sott’acqua. Dichiarato lo stato d’emergenza. «In 24 ore caduta la pioggia che nel nostro Paese arriva in sei mesi»
28/11/2012Alluvione di CarraraCarrara e OrtonovoNubifragio investe la costa tra Carrara e il comune di Ortonovo al confine tra Liguria e Toscana.A distanza di due settimane dall'alluvione dell'11 novembre, un nuovo forte temporale si abbatte sulle medesime zone, ad esclusione della parte orientale del Massese. Esondazione dei torrenti Carrione e Parmignola, che hanno arrecato ulteriori danni, a zone già in sofferenza e la chiusura della Statale Aurelia tra Massa e Sarzana. Intere zone abitate risultano allagate da mezzo metro di acqua. Elevati gli accumuli pluviometrici:40 mm in 15 minuti,109 mm in 45 minuti, 134 mm in 60 minuti, fino ad un complessivo accumulo di 200mm in quasi due ore.
12/11/2012Alluvione della Maremma grossetanaProvincia di Grosseto6Nubifragio investe la città di Grosseto e i territori meridionali della Maremma.Esondazione dei torrenti e del fiume Albegna. I centri abitati di Albinia e Marsiliana allagati. Piena record dell'Ombrone, ma nessun danno in città. Tre morti a Marsiliana per il crollo di un ponte e un morto a Capalbio per la piena del Chiarone. Quinta vittima rinvenuta a Capalbio Scalo nelle acque del Lago di Burano tre giorni dopo l'alluvione. Anziana di 73 anni deceduta dopo un mese di rianimazione.
12/11/2012Alluvione di OrvietoUmbriaCloud burst su Orvieto e i territori dell'Orvietano.Esondazione dei fiumi Paglia e Chiani. Orvieto Scalo e Piano allagati. Piena record del Paglia. Caserma VVFF, Polstrada, PPTT, parcheggio FS, attività commerciali e abitazioni private sott'acqua. ASL non accessibile. Inondato e chiuso l'unico ponte che collega la zona moderna di Orvieto da quella storica. L'Orvieto "nuova", Ospedale e plessi scolastici, isolati. Interrotte, A1 (casello Orvieto chiuso) e SR Umbro-Casentinese e Amerina, crollo di una parte del ponte Gregoriano sul Paglia nei pressi di Acquapendente.
11/11/2012Alluvione di Massa e CarraraProvincia di Massa e Carrara1Nubifragio investe tutto il territorio con precipitazioni superiori ai 200 mm in due ore, dovuto ad un sistema temporalesco V-Shaped che insistette sulla medesima zona a lungo. Si conteranno accumuli prossimi ai 300 mm nelle colline appena retrostanti la città.Esondazione dei torrenti, zone sotto 1 metro di acqua per diversi giorni, numerose frane, 5000 abitazioni colpite e 300 sfollati. Acqua non potabile in alcuni quartieri e black out elettrici. Un morto per infarto causato dall'onda di acqua che stava invadendo la cantina.
29/05/2012Terremoto in Pianura PadanaModena, Ferrara, Mantova, Reggio Emilia, Bologna e Rovigo,20Ore 09:00:03, scossa avvertita in tutto il Nord Italia, da Milano a Rimini, si contano 20 vittime e ingenti danni a diversi edifici nel modenese. Il sisma è stato seguito da diverse scosse di replica e da due repliche maggiori: una alle 12:55:57 (magnitudo Richter 5.3, magnitudo momento 5.5) e una alle 13:00:02 (magnitudo Richter 5.2)
20/05/2012Terremoto in Pianura PadanaFinale Emilia7Ore 04.03.53: una scossa di terremoto di magnitudo 5.9 della Scala Richter colpisce il centro - nord Italia, in particolare l'Emilia-Romagna. L'epicentro è a Finale Emilia (MO) e l'ipocentro a 6,3 km di profondità. Il sisma è stato avvertito in tutto il Nord Italia e Centro Italia.Si contano 7 vittime e ingenti danni a diversi edifici nel modenese e nel ferrarese.Al momento questo evento è il più forte per intensità registrato negli anni 2010 nel territorio italiano.

Altre scosse oltre il magnitudo 4 si sono verificate nel susseguirsi dei giorni, la cui più forte replica è stata di 5.1 alle 15:18 sempre dello stesso giorno. In seguito alla scossa di 6 ne sta seguendo uno sciame sismico, con scosse tra i 3 e i 4 circa della Scala Richter.
22/11/2011Alluvione di Barcellona Pozzo di Gotto, Merì e SaponaraProvincia di Messina3Esondazione dei torrenti a causa delle intense precipitazioni. Forti mareggiate lungo le coste.Tre persone, tra cui un bambino di dieci anni, sono morti travolti dal fango a Scarcelli, frazione di Saponara
04/11/2011Alluvione di GenovaGenova e provincia6Esondazione/piena dei fiumi Bisagno, Fereggiano, Sturla e Scrivia a causa delle intense precipitazioni. Forti mareggiate lungo le coste.500 mm d'acqua in cinque ore
25/10/2011Alluvione dello Spezzino e della LunigianaVal di Vara, Cinque Terre, Lunigiana12Esondazione/piena dei fiumi Vara, Magra, Taro e altri corsi d'acqua minori, a causa delle intense precipitazioni.520 mm d'acqua in meno di 6 ore
11/06/2011Alluvione di Sala Baganza, Collecchio e Fornovo di TaroSala Baganza, Collecchio, Fornovo di Taro (Provincia di Parma)1Esondazione del Rio Ginestra e del Torrente Scodogna a causa delle intense precipitazioni. Incuria nella pulizia e gestione dei corsi d'acqua. Cementificazione.Sono 185 le famiglie e 50 le attività produttive colpite.
03/03/2011Interessate gran parte delle Marche, il teramano e la Romagna5Piena ed sondazione dei fiumi Vomano, Tronto, Ete, Chienti, Fiastra, Esino, Misa e altri corsi d'acqua minori a causa delle intense precipitazioni.La zona più colpita è quella di Casette d'Ete, frazione di Sant'Elpidio a Mare (Fermo), dove straripa l'Ete morto: muoiono due persone, padre e figlia, travolte con la loro auto dall'acqua. A Venarotta (Ascoli Piceno) un'anziana donna perde la vita cadendo in un fosso in piena. Altre due persone muoiono rispettivamente a Cervia (Ravenna) e Teramo, affogando all'interno delle loro auto bloccate in dei sottopassi allagati. Danni diffusi, soprattutto nelle provincie di Teramo, Ascoli Piceno, Fermo, Macerata e Ancona.
01/03/2011Frazioni di Marina di Ginosa del Comune di Ginosa (versante pugliese, la più colpita) e di Metaponto del Comune di Bernalda (versante lucano)Interessato il confine ovest della Puglia nella Provincia di Taranto e il confine est della Basilicata nella Provincia di MateraPiogge alluvionali, piena ed esondazione dei fiumi Bradano, Agri, Galaso, sovraccarico d'afflusso d'acqua della diga della Riserva regionale San Giuliano in Basilicata e altri corsi d'acqua minori, a causa delle intense precipitazioni.La zona più colpita è quella di Marina di Ginosa con danni ingenti a parte della popolazione evacuata e inagibilità permanente degli immobili, infrastrutture, agricoltura per un valore stimato dal Comune di Ginosa di oltre 80 milioni di euro. Nella frazione di Metaponto seri danni alla zootecnia, con capi di bestiame annegati e agricoltura
01/11/2010Alluvione del VenetoVicenza e hinterland, aree collinari e montane della zona nord ovest del vicentino, aree extraurbane a ovest e a sud-est di Padova, Bassa Padovana sud-occidentale, alcuni comuni tra Vicenza e Verona3Esondazione del fiume Bacchiglione e di altri corsi d'acqua minori causata dalle fortissime piogge nell'area prealpina e pedemontana veneta, unite a una rapida escursione termica con conseguente scioglimento del manto nevoso presente in montagna.540 mm d'acqua in 24 ore nel solo vicentino.
200.000 animali deceduti.
500.000 persone interessate.
140 km² direttamente allagati.
05/10/2010Comune e provincia di Prato3Violento nubifragio.Un violento temporale scarica 100 mm in meno di due ore, 3 cinesi rimangono annegate in un sottopasso con la loro macchina, numerose case e strade allagate, diverse macchine distrutte
04/10/2010Alluvione a Genova Sestri Ponente, Varazze, CogoletoLiguria Provincia di Genova e Provincia di Savona1Piogge alluvionali e dissesto idrogeologico.A Sestri Ponente straripano il torrente Chiaravagna, Cantarena e Molinassi dopo la caduta di circa 400 mm di pioggia in poche ore sulle alture, 350 a Pegli, 310 a Varazze, 300 a Genova Bolzaneto e Genova Pontedecimo, Genova e il suo hinterland sono stati colpiti da un evento alluvionale eccezionale.
09/09/2010Costiera Amalfitana in Provincia di Salerno1Forti piogge e dissesto idrogeologico.A causa delle forti piogge intorno alle ore 18:30 esonda il Torrente Dragone che scorre al di sotto del centro abitato. Danni segnalati anche nei vicini comuni di Scala, Ravello e Tramonti ove per alcune ore è mancata la corrente elettrica.
01/10/2009Alluvione e colata di detrito a Messina, nelle frazioni di Giampilieri Superiore, Altolia e Briga Superiore e nel comune di Scaletta ZancleaProvincia di Messina36Forti piogge e dissesto idrogeologico.A causa delle forti piogge e del dissesto idro-geologico della zona a carattere torrentizio, si generano una serie di colate detritiche che travolgono numerose abitazioni e automobilisti tra Giampilieri Superiore e Scaletta Zanclea.
18/07/2009Valboite in Provincia di Belluno2Piogge e dissesto idrogeologico.Una frana di sessantamila metri cubi di acqua e ghiaia si stacca dal monte Antelao e scivola sull'abitato di Cancia nel comune di Borca di Cadore; uccidendo due persone.
29/06/2009Disastro di ViareggioViareggio24
31 feriti
Cedimento strutturaleUn treno merci carico di GPL deraglia nei pressi della stazione; la fuoriuscita di gas genera un'esplosione che causa danni nel raggio di 300 metri.
06/04/2009Terremoto in AbruzzoL'Aquila, il terremoto è stato avvertito fino a Roma. Distrutta la frazione di Onna.308Da accertare
22/10/2008Capoterra (CA)5Forti piogge.A causa delle forti piogge si generano diverse esondazioni dei corsi torrentizi e colate detritiche che travolgono le abitazioni di Poggio dei Pini, Torre degli Ulivi e svariati altri insediamenti.
29/05/2008Alluvione e colata di detrito nel comune di Villar PelliceVillar Pellice (TO)4A causa delle forti piogge, nell'alveo del Rio Cassarot, tributario del torrente Pellice, si genera una colata detritica torrentizia che travolge una casa e ne danneggia altre 3 in Borgata Garin.
06/12/2007Incendio Thyssen Krupp Acciai Speciali SpATorino7Scarse misure di sicurezzaUn incendio devasta lo stabilimento provocando la morte di 7 operai.
30/04/2006Frana a IschiaProvincia di Napoli4Piogge, abusivismo e dissesto idrogeologico.Muore un padre con le sue tre figlie nel crollo della villetta colpita dalla frana. Duecento gli sfollati.
06/08/2005Incidente dell'aereo ATR-72Mare Tirreno, 12 miglia dalla costa di Palermo16
23 feriti
Cause tecniche, manutenzioneL'aereo precipita in mare a causa del serbatoio vuoto, l'indicatore del carburante era stato sostituito con uno non adatto.
07/01/2005Incidente Ferroviario di CrevalcoreCrevalcore (BO)17
80 feriti
Condizioni atmosfericheScontro, per la scarsa visibilità dei segnali dovuta alla nebbia, tra un treno merci ed un interregionale.
23/09/2003Alluvione di CarraraProvincia di Massa-Carrara2Violentissimo nubifragio.
29/08/2003Val Canale e Canal del FerroProvincia di Udine2Piogge violente concentrate nel tempo e nello spazio dopo un'estate molto calda.A Pontebba caddero oltre 300 mm di pioggia in circa 6 ore. Una frana invase l'autostrada A23.
31/10/2002Terremoto di San Giuliano di PugliaSan Giuliano di Puglia (CB)30A causa di un terremoto crolla il solaio di una scuola.
18/04/2002Grattacielo PirelliMilano3
70 feriti
Luigi FasuloLuigi Fasulo si schianta con il suo aereo sul grattacielo.
08/10/2001Disastro aereo di LinateAeroporto di Milano-Linate1188 persone hanno subito o patteggiato condanneL'aereo di linea in fase di decollo ha travolto un piccolo aereo privato che aveva invaso la pista.
23/11/2000Alluvione nella Riviera di PonenteProvince di Imperia e Savona4Nubifragio
06/11/2000Alluvione nella Riviera di PonenteProvince di Imperia e Savona3NubifragioEvento alluvionale, in cui si ebbe l'esondazione, fra gli altri, dei torrenti Verbone e Armea.
13/10/2000Alluvione in PiemontePiemonte, Valle d'Aosta, Liguria, Lombardia23
11 dispersi
40.000 sfollati
L'evento interessò il fiume Po e gran parte dei suoi affluenti in Valle d'Aosta, Piemonte, Liguria e Lombardia.
09/09/2000Alluvione in CalabriaSoverato (CZ)13
1 disperso
A causa di un grosso nubifragio fu inondato un campeggio.
11/11/1999Crollo di un palazzo a Foggia in via GiottoFoggia.67Cedimento strutturaleUn palazzo residenziale alle prime luci dell'alba crolla all'improvviso su se stesso.
24/03/1999Incendio nel tunnel del Monte BiancoTunnel del Monte Bianco.39Un camion prende fuoco fermandosi dentro il tunnel. L'incendio, alimentato dalle materie combustibili presenti nel veicolo, è amplificato dall'effetto forno causato dal tunnel e in breve tempo raggiunge dimensioni colossali, avvolgendo decine di veicoli: i pompieri impiegheranno 53 ore per domarlo. 39 persone muoiono carbonizzate.
16/12/1998Crollo di una palazzina a Roma in via di Vigna JacobiniRoma.27Gli imputati sono stati tutti assolti. Le cause principali furono il sottodimensionamento dei pilastri portanti e la cattiva qualità del calcestruzzo impiegato.
05/05/1998Alluvione di Sarno e QuindiciValle del Sarno (fiume), Vallo di Lauro in Campania159Cause naturaliDecine di eventi franosi sul fianco del monte Pizzo d'Alvano provocano enormi colate di fango che si riversano sulle abitazioni.
03/02/1998Strage del CermisCermis202 imputati assolti dall'accusa per omicidio, ma condannati per intralcio alla giustiziaUna cabina di una funivia precipita, a causa di un aereo militare che incidentalmente tranciò il cavo della funivia.
31/10/1997Incendio ospedale ortopedico Galeazzi a MilanoMilano116 persone dello staff dell'ospedale sono state, a vario titolo, condannate.Lo strumento innesca un incendio che uccide tutti i pazienti che erano in terapia in quel momento nella camera.
26/09/1997Terremoto di Umbria e MarcheMarche, Umbria11
451 feriti
32.000 sfollati
A causa di una scossa crolla parte della volta della Basilica superiore di Assisi, uccidendo 4 persone. Il crollo viene ripreso da una videocamera e le immagini fanno il giro del mondo.
12/01/1997Incidente ferroviario di PiacenzaPiacenza8
29 feriti
Guasto tecnicoUn treno con a bordo l'ex presidente della repubblica Francesco Cossiga deraglia all'entrata della stazione, facendo pensare ad un attentato. L'ipotesi più credibile resta comunque il guasto tecnico.
14/10/1996Alluvione di CrotoneCrotone6Piogge consistenti.
19/06/1996Alluvione della VersiliaToscana13
1500 senzatetto
Una cella temporalesca locale non prevista formatasi a causa dell'umidità, scarica 474 mm di pioggia in 12 ore, causando esondazioni del fiume Versilia e centinaia di frane di versante in un bacino idrografico molto ristretto, con esiti devastanti per il fondovalle e l'allagamento di ampie zone della pianura di uscita.
13/12/1995Disastro aereo di VillafrancaCaluri (VR)49Guasto tecnico.Durante una nevicata, un Antonov 24 con 49 persone a bordo diretto da Verona a Timişoara precipita alle 19.56 appena dopo il decollo a 1300m dalla pista. Tutti morti gli occupanti del velivolo.
12/09/1995Alluvione in LombardiaLombardia nord-occidentale1
Centinaia di sfollati
Una violenta perturbazione provocò l'esondazione di vari corsi d'acqua.
13/03/1995Alluvione a Acireale, Giarre, Riposto e MascaliSicilia orientale11
7 dispersi
Torrenti in piena, mareggiate, bufere di vento: interrotte strade, autostrade e ferrovie. Affonda la nave greca "Pelhunter" a 140 miglia a Sud Est delle coste catanesi.Sei morti per il nubifragio a Giarre, Acireale e Riposto. Tre superstiti, cinque morti e sette dispersi per l'affondamento della nave greca "Pelhunter".
05/11/1994Alluvione in PiemonteFiume Tanaro e tratta basso-piemontese del fiume Po70
2226 senzatetto
Le acque del Tanaro allagano Asti, Alba, Ceva e Alessandria; il Po esonda a Palazzolo Vercellese, allaga Trino, Casale Monferrato e numerosi altri paesi fino a Valenza.
23/09/1993Alluvione a GenovaGenova2
3 dispersi
Nubifragio.Esondazione dei torrenti Varenna, Leira ed altri corsi d'acqua del ponente genovese.
31/10/1992Alluvione di Poggio a CaianoToscanaCause naturali.Il torrente Ombrone Pistoiese rompe gli argini la notte del 31 ottobre 1992 inondando il paese.
27/09/1992Alluvione a GenovaGenova2Cause naturali.Esondazione dei torrenti Bisagno e Sturla.
22/09/1992Alluvione a SavonaSavona, Quiliano, Vado Ligure3Cause naturali.
15/11/1991Alluvione di Campi BisenzioCampi Bisenzio (FI)1
10/04/1991Incendio del traghetto Moby PrincePorto di Livorno140Incidente, grave ritardo nei soccorsi.Il traghetto si scontrò con una petroliera e fu investito da un getto di circa 100 tonnellate di petrolio fuoriuscito, che provocò un grave incendio. Su 141 persone a bordo, ci fu un solo sopravvissuto.
13/12/1990Terremoto ad Augusta e CarlentiniSicilia sud-orientale17Gravi danni ad Augusta e Carlentini, molti danni nell'area del Val di Noto. Centinaia di feriti e 15.000 senzatetto.
06/12/1990Strage dell'Istituto SalveminiCasalecchio di Reno12
72 feriti
Incidente aereoPer cause accidentali un aereo militare è precipitato contro una scuola.
18/07/1987Alluvione della ValtellinaValtellina53Cause naturali e dissesto del territorioA causa di forti e persistenti precipitazioni vi fu l'esondazione del fiume Adda e di alcuni torrenti e frane in Valtellina.
21/03/1987Incidente sul lavoro di RavennaRavenna13Scarse misure di sicurezzaIncendio divampato a bordo della nave rigassificatrice "Elisabetta Montanari".
19/07/1985Catastrofe della Val di StavaStava, frazione del comune di Tesero268I direttori della miniera e alcuni responsabili delle società che intervennero nelle scelte circa la costruzione e la crescita del bacino superiore (Montedison, Industria marmi e graniti per conto della Fluormine, Snam per conto della Solmine, Prealpi Mineraria) e i responsabili del Distretto minerario della Provincia Autonoma di Trento che omisero del tutto i controlli sulle discaricheI bacini di decantazione della miniera di Prestavel ruppero gli argini scaricando 160.000 m cubi di fango sull'abitato di Stava.
07/02/1985Crollo di una palazzina di sei pianiCastellaneta (TN)34
13/02/1983Champoluc (AO)10Cadono 3 cabine dell'ovovia dell'impianto del Crest.
13/02/1983Incendio del Cinema Statuto di TorinoTorino64Uscite di sicurezza bloccate.
08/11/1982Esondazione del fiume TaroProvincia di ParmaCause naturali e dissesto del territorio.A seguito di eccezionali violentissime piogge interessanti l'alta valle del Taro, il fiume entrava in piena rompendo le arginature. Comuni interessati: Fornovo Taro, Parma, Trecasali, San Secondo e Sissa.
23/11/1980Terremoto dell'IrpiniaCampania, Basilicata e Puglia2914
10.000 feriti
300.000 sfollati
Cause naturali e edifici non antisismici687 comuni colpiti, di cui 3 disastrati. Sono stati completamente distrutti i comuni di Sant'Angelo dei Lombardi, Balvano, Lioni e Conza della Campania
27/06/1980Strage di Usticamar Tirreno, tra Ustica e Ponza81IgnotiL'aereo fu abbattuto trovandosi nell'area in cui era in corso una battaglia aerea tra forze aeronautiche militari di nazioni non accertate.
19/09/1979Terremoto in ValnerinaValnerina5Il sisma provocò gravi danni a Norcia, Cascia e le aree limitrofe danneggiando i monumenti e provocando alcuni morti e decine di feriti.
23/12/1978Disastro di Punta RaisiPalermo108
21 superstiti
Un aereo si schianta in mare a poche centinaia di metri dalla pista
15/04/1978Incidente ferroviario di MonzunoMonzuno42
120 feriti
Un treno deraglia e viene successivamente colpito da un secondo convoglio
07/10/1977Alluvione in Piemonte e Valle d'AostaProvince di Asti, Alessandria, Verbano-Cusio-Ossola, Canavese, bassa Valle d'Aosta, Valle Stura in provincia di Genova15
2 dispersi
Nubifragi
03/03/1977Incidente del Monte SerraMonte Serra38Precipita un aereo di allievi di un'accademia militare
10/07/1976Disastro di SevesoSeveso, Meda, Cesano Maderno, DesioSocietà ICMESAEsplode un reattore in uno stabilimento chimico di Meda, da cui fuoriuscì una nube tossica di diossina. Migliaia di abitanti della zona sono stati evacuati.
06/05/1976Terremoto del Friuli77 comuni del nord Italia965
2700 feriti
+45.000 senzatetto
Cause naturali, edidici non antisimici.Nonostante una lunga serie di scosse di assestamento, che continuò per diversi mesi, la ricostruzione fu rapida e completa, tanto da essere completata in circa 10 anni.
09/03/1976Disastro del CermisCavalese42I responsabili della funivia che disinserirono il sistema d'allarme.I due cavi vettori delle cabine si sovrapposero, tranciandosi l'un l'altro. Vi fu un solo sopravvisuto.
29/08/1973Epidemia di ColeraNapoli, Bari, Foggia, Barletta, Gallipoli32Le autorità sanitarie si trovano completamente impreparate.
20/11/1972Esplosione in un negozio d'armiRoma17
70 feriti
L'esplosione di un negozio d'armi causò il crollo della palazzina nel quale era situato.
05/05/1972disastro aereo del Volo Alitalia 112Montagna Longa presso Carini (PA)115Il processo giudicò responsabili i piloti decedutiUn aereo Douglas DC-8 dell'Alitalia sul volo AZ 112, in fase di atterraggio all'Aeroporto di Palermo-Punta Raisi, andò a schiantarsi su una vicina montagna.
06/02/1971Terremoto di TuscaniaTuscania (VT)31Cause naturali, edifici non antisismiciLa città fu semidistrutta.
07/10/1970Alluvione a GenovaProvincia di Genova35
8 dispersi
2000 sfollati
Cause naturali e dissesto del territorio.Piogge molto intense e localizzate che sono tipiche della costa ligure, accumularono circa 900 mm d'acqua in 24 ore. La più colpita fu Genova, ma gravissimi danni ebbero anche in altri 20 comuni delle province di Genova tra i quali il più colpito fu Masone.
09/04/1970Disastro della London ValourPorto di Genova20Condizioni atmosfericheLa nave affondò a causa di una forte tempesta all'imboccatura del porto di Genova.
14/01/1970Terremoto del Belice14 centri della Sicilia370
1.000 feriti
70.000 senzatetto
Cause naturali, edifici non antisimici, gravi ritardi nei soccorsiLo stesso 15 gennaio, dato che la zona interessata non era considerata critica dal punto di vista sismico, il terremoto venne trascurato nella sua entità, tant'è che molti quotidiani dello stesso giorno, riportarono la notizia di pochi feriti e qualche casa lesionata. Rimasero distrutti i comuni di Gibellina, Poggioreale, Salaparuta, Montevago.

 




Leggi anche:

Guarda oltre ciò che vedi

Pensi solo a quella cosa li, Ti addormenti, quando ce la fai, e ti risvegli con quel chiodo fisso, praticamente un incubo.

Bianca e la libertà

... perdonate tutti noi, babbi e mamme che continuano a gridare quella parola LIBERTÀ.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi