L’inchiesta – QUELLO SCUDO SPAZIALE A FORMA DI LANCIA *





La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


L’America ha deciso di installare dieci missili intercettori in Polonia e un radar nella Repubblica Ceca come primi elementi di uno scudo spaziale per difendersi da attacchi dei cosiddetti “Stati canaglia”. L’accordo è stato fatto direttamente con la Repubblica Ceca e la Polonia senza coinvolgere né l’Unione Europea, né la Nato.

Le proteste della popolazione ceca e polacca non sembrano fermare il progetto, e nemmeno le forti proteste russe.
” Gli Americani dicono: non vediamo nessun pericolo provenire dalla Russia” afferma la vice presidente della Duma della Federazione Russa Lyubov K Sliska “ma poi chissà per quale motivo, il muro di Berlino è stato spostato al confine con la Russia e noi siamo diventati uno di quei paesi che possono essere definiti “l’asse del male” come l’Iran, come la Corea del Nord. Anche un deputato della Duma non allineato come Dimitri Ragozin protesta con forza: “La Nato dice che i missili potrebbero essere lanciati dalle frontiere meridoniali dalla Russia. Allora perchè questi radar sono installati in Polonia e nella Repubblica Ceca e non sono installati nel Caucaso o nella parte meridionale della Russia?”

E se l’obiettivo di questi missili non fossero i missili iraniani ma quelli russi, potrebbero 10 missili in Polonia contrastare le 4000 testate atomiche russe? Gli ex generali russi intervistati formulano un’altra spiegazione “Questi missili polacchi – dice Vladimir Dvorkin, ex Generale Maggiore – sono programmati per colpire apparati spaziali lanciati dal Kazakistan o da altri cosmodromi. Non fa differenza da dove sono lanciati perché li possono colpire sulle orbite basse e medie”.

Secondo i militari Russi, i missili in Polonia potrebbero servire a distruggere i satelliti russi o cinesi con finalità strategiche che verranno lanciati nello spazio.
Il presidente americano Bush, il 31 agosto del 2006, ha firmato il documento della Politica Spaziale americana che non permette ad altri paesi, al di fuori degli USA, l’uso strategico dello spazio. Immediatamente dopo, il 27 marzo 2007 il Presidente russo Putin e il presidente cinese Hu Jintao hanno firmato un accordo di collaborazione per lo sviluppo di tecnologie strategiche nello spazio. Lo scontro per la conquista dello spazio è appena cominciato

 




Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi