L’inchiesta – Menage a trois





La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Il nucleare italiano tra Stati Uniti e Francia

Dopo l’accordo per il ritorno al nucleare in Italia tra la francese EDF e l’Enel, anche la multinazionale statunitense con gli occhi a mandorla Westinghouse-Toshiba entra nella corsa per l’atomo italiano.

La redazione Inchieste di Rainews24 ha cercato di scoprire come e’ nato questo nuovo progetto e quali sono le principali differenze tra i due tipi di reattori che dovrebbero essere installati in Italia.

Differenze che sono relative al tipo di reattore, alla sicurezza e alle differenti prospettive che derivano dall’uso del carburante nucleare che contraddistigu i due progetti: quello francese denominato EPR e quello americano che si chiama AP1000. L’inchiesta approfondisce, inoltre, anche le problematiche relative al processo di rilancio del nucleare. A cominciare dalle previsoni sul numero delle nuove centrali. Senza dimenticare di cercare di capire la posizione delle comunita’ che dovrebbero ospitare le nuove centrali. Su questo aspetto, dopo che a luglio si erano diffuse indiscrezioni sui luoghi in cui sarebbero state costruite le centrali, nell’inchiesta vengono individuate le sedi presumibili dove nasceranno le centrali.

Tra gli intervistati, oltre al Ministro dello Sviluppo Caludio Scajola, c’e’ Umberto Quadrino, l’Amministratore delgato di Edison che pur essendo in parte controllata da EDF, interverra’ con un investimento proprio all’interno del progetto francese.

 




Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi