C’era una volta – La Francia in nero





', 'Italian Female');}};

13/09/2012

“C’era una volta”, a partire dalla recente crisi in Costa d’Avorio, la perla degli ex possedimenti della Francia in Africa occidentale, inizia un viaggio nella realtà, nelle contraddizioni e negli interessi della “Francofonia” la comunità delle sue ex colonie francesi che l’appoggiano nell’assemblea generale delle Nazioni Unite.

La Francia è membro permanente del Consiglio di Sicurezza dell’ONU con diritto di veto sulle questioni internazionali più’ importanti. Ne fa parte in quanto è tra i Paesi vincitori della seconda guerra mondiale, ma questa sua posizione è certamente rafforzata dall’essere una potenza nucleare e proprio dall’essere a capo di questa comunità, retta non solo dalle ragioni della cooperazione e della libera amicizia, ma da un rapporto e da una serie di legami che potrebbero, secondo molti in Africa, far parlare tranquillamente di “neocolonialismo”.




Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi