La storia siamo noi – Kursk





La trasmissione La Storia Siamo Noi di Giovanni Minoli linkata per chi non riesce a visualizzare dal sito Rai.tv causa “malfunzionamento” dello script silverlight …


Morte sul fondale

Il 26 marzo del 2000 Vladimir Putin viene eletto per la prima volta alla presidenza della Federazione Russa. Uomo di potere, definito da molti un “nuovo zar”, cresciuto negli organismi del controspionaggio del KGB, raggiunge la poltrona più prestigiosa della politica russa succedendo a Eltsin. Il suo obiettivo è quello di cambiare radicalmente il paese. Putin rappresenta dunque l’uomo nuovo di cui l’intera nazione dichiara di avere bisogno. Ma deve affrontare immediatamente una tragedia avvolta dal mistero: l’affondamento del sommergibile Kursk, il fiore all’occhiello della flotta russa, in cui perdono la vita, intrappolati nel relitto, 118 uomini dell’equipaggio della marina russa. È il 12 agosto del 2000: cosa è accaduto nelle acque del Mare di Barents al più grande sommergibile nucleare del mondo? E perché? Quali sono le vere cause dell’incidente? E quali i motivi dei ritardi nei soccorsi, che non sono mai arrivati? Ed ancora, sono legittime le accuse sullo stato della manutenzione dell’arsenale russo? Molti gli interrogativi per un mistero profondo come gli abissi dell’Oceano Artico.




Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi