L’inchiesta – Il Volo su Vienna





La trasmissione L’inchiesta linkata dal sito RaiNews24


Quando il “Madoff dei Parioli” trattava anche Eurofighter

E’ l’inizio di giugno del 2011 quando scattano le perquisizioni negli uffici di Vienna di Walter Schoen, Alfred Plattner e Klaus-Dieter Bergner, i tre uomini-chiave negli affari collegati alla vendita dei caccia Eurofighter all’Austria. Gli investigatori cercano le prove di quello che la procura e una commissione parlamentare d’inchiesta hanno ipotizzato da tempo: che ci fosse una rete segreta e illegale che avrebbe gestito i fiumi di denaro scaturenti dal contratto con il quale il governo austriaco ha acquistato nel 2003 18 caccia Typhoon dal consorzio europeo Eurofighter, di cui fa parte anche Alenia, società del Gruppo italiano Finmeccanica. E proprio dall’Italia arriva la svolta nell’inchiesta austriaca: quando nel marzo 2011 viene arrestato su richiesta della procura di Roma il mediatore finanziario Gianfranco Lande – accusato di un crack da 170 milioni di euro che coinvolge centinaia di investitori – la Guardia di Finanza scopre che attraverso le società del broker sono passati decine di milioni di euro dell’affare Austria-Eurofighter. Che cosa c’entra il cosiddetto “Madoff dei Parioli” con uno dei più grandi contratti militari dell’ultimo decennio? Rainews ha raccolto testimonianze e documenti che illuminano i retroscena di un affaire internazionale.

 

 




Leggi anche:

Report – La frazione di Prosecco

Dal 2009 un decreto ministeriale ha stabilito che l’uva chiamata prosecco per legge sin dal 1969 dovesse cambiare nome e diventare glera.

Calabria: una nuova terra dei fuochi?

Il mistero della scomparsa della nave Rigel e l'omicidio del Capitano De Grazia possono portare alla luce una verità scomoda.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi