Inceneritori





Rifiuti, Grillo contro Veronesi: “Ha conflitto di interessi”

Beppe Grillo contro Umberto Veronesi (entrambi in foto) il quale, ospite di Fabio Fazio a Che Tempo che fa, ha detto che gli inceneritori non hanno alcun nesso con il rischio cancro. ”Cancronesi – dice il comico da sempre in prima fila nella battaglia contro gli inceneritori – è stato ospite dallo stuoino Fazio.

Ha detto che gli inceneritori non hanno alcun effetto sulla salute. Ne dovrà rendere conto, prima o poi, agli ammalati e ai loro parenti.

Sono decenni che questo uomo sandwich si occupa di finanza, di imprese e, saltuariamente, di salute.

Non è informato sui fatti e ha qualche piccolo conflitto di interessi. Per lui – prosegue Grillo – inceneritori e istituto dei tumori sono un ciclo virtuoso di creazione della malattia. Un business. La provoca e la cura.

La fondazione Veronesi ha come partner: l’Acea, multiutility con inceneritori; l’Enel, centrali a carbone ed olii pesanti e nucleare; Veolia Environment – costruzione inceneritori”. E per suffragare la tesi della nocività degli inceneritori, Grillo riporta un’ampia documentazione: il ‘Conseil Nationale de l’ordre des medicins’ francese e i principali sindacati dei medici di medicina generale francesi ‘praticiens’ hanno richiesto “unamoratoria concernente la costruzione di nuovi inceneritori”.

E Medici e associazioni italiane hanno scritto una lettera aperta al Commissario Europeo Dimas: ”L’incenerimento continua ad essere incentivato, solo nel nostro paese, come fonte di energia rinnovabile, nonostante il minimo rendimento energetico di questi impianti (che sono per la maggior parte impianti di rifiuti tal quali), i gravi danni all’ambiente e all’economia che anche di recente si sono registrati (latte contaminato oltre il consentito da diossine a Brescia, territorio già gravemente inquinato, ove funziona il più grande inceneritore d’Italia) e nonostante il fatto che il kilowattora ottenuto bruciando rifiuti, sia quello gravato dalla massima emissione di CO2”.

Fonte : Senza Soste




Leggi anche:

L’epidemia vera non è quella per cui vendono i vaccini!

La differenza sta nella nostra libertà: ancora possiamo reagire, parlare, lottare, contrastare questi poteri. E abbiamo il dovere di farlo.

Una mamma vegana alla sua bambina

Il tuo impatto ambientale sarà molto più leggero su questa fragile terra.

Lascia un commento

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi